domenica 30 agosto 2015

Juventus: la situazione contabile 2014/15 in base ai dati EXOR.



Luca Marotta



Il Consiglio di Amministrazione di EXOR, in data 28/08/2015, ha approvato i risultati del 1° semestre 2015. Poiché EXOR controlla il 63,77% del capitale sociale di Juventus Football Club ed è una società quotata in borsa, pubblica le sue relazioni finanziarie e fornisce anche i dati contabili Juventus Football Club SpA. In particolare nell'ultima relazione semestrale vengono forniti anche i dati relativi al primo semestre dell’anno solare della Juventus, con la precisazione che l’esercizio sociale di Juventus non coincide con l’anno solare, ma copre il periodo 1° luglio – 30 giugno, che coincide con quello di svolgimento della stagione sportiva. Pertanto, nella Relazione Semestrale di EXOR sono esposti i dati relativi alla situazione contabile per il periodo 1 gennaio – 30 giugno 2015 predisposta da Juventus F.C. ai fini della redazione del bilancio consolidato abbreviato del Gruppo EXOR al 30 giugno 2015.

Al 30.06.2015, nell’attivo dello stato patrimoniale di EXOR la partecipazione in Juventus Football Club è valutata con il metodo del patrimonio netto per l’importo di € 29,2 milioni.

I crediti finanziari correnti di EXOR comprendono principalmente l’utilizzo di € 38 milioni del finanziamento concesso da EXOR stessa alla Juventus, con scadenza 31 dicembre 2015
Infatti, a favore della controllata Juventus Football Club, nel gennaio 2015 EXOR ha approvato l’apertura di una linea di credito di massimi € 50 milioni con decorrenza dal 1° febbraio 2015 e scadenza il 31 dicembre 2015, ad un tasso di interesse pari all’Euribor ad un mese maggiorato di uno spread del 2%.
In base a quanto scritto dagli Amministratori di EXOR, tale operazione “ha permesso a EXOR di investire parte della sua liquidità a breve termine con una remunerazione interessante”.
  
I dati economici di Juventus Football Club.



Poiché la situazione contabile della Juventus, pubblicata da EXOR, è redatta prima della chiusura della campagna trasferimenti estiva e poiché nel bilancio di Juventus vengono incluse le valutazioni degli effetti negativi derivanti dalle operazioni della Campagna Trasferimenti calciatori, non è escluso che nella prosecuzione del mercato estivo possano essere realizzate ulteriori operazioni, come per esempio la risoluzione di Llorente, i cui eventuali effetti, se negativi e significativi, potrebbero comportare la necessità di effettuare ulteriori svalutazioni e/o accantonamenti da parte di Juventus Football Club, in applicazione dei principi contabili di riferimento, per la redazione del Bilancio al 2014/2015.
In effetti il dato definitivo 2013/14 è di pochissimo diverso da quello risultante dalla situazione contabile pubblicata da EXOR.

Con l’aggregazione dei dati relativi al secondo semestre solare 2014 e al primo semestre solare 2015, pubblicati da EXOR, è possibile ottenere la situazione contabile aggregata di Juventus FC SpA relativa all’esercizio 2014/15.
I Ricavi operativi ammontano a 348,2 milioni di Euro ed evidenziano un incremento di 32,9 milioni di Euro, pari al 10,4%. Stimando i Proventi da gestione diritti calciatori per un importo pari a 22 milioni di Euro, è possibile con certezza affermare che la Juventus nel 2014/15 ha superato per la prima volta nella sua storia la soglia di un fatturato netto di 300 milioni di Euro, precisamente 326 milioni di Euro.
I Costi per servizi dovrebbero ammontare a circa 46,2 milioni di Euro ed evidenziano un decremento di 1,72 milioni di Euro, pari al 3,6%,
Il costo del Personale Tesserato dovrebbe ammontare a circa 178,8 milioni di Euro ed evidenzia un incremento di 10,92 milioni di Euro, pari al 6,5%.
Il costo del Personale non tesserato dovrebbe ammontare a circa 19,6 milioni di Euro ed evidenziare un incremento di -3,36 milioni di Euro, pari al 20,7%
Gli Altri costi operativi dovrebbero essere pari a 19,2 milioni di Euro ed evidenzierebbero un incremento di 4,9 milioni di Euro, pari al 34,7%.
Il totale dei Costi operativi risulterebbe pari a 263,8 milioni di Euro e mostra un incremento di 17,5 milioni di Euro, pari al 7,1%.
Il totale degli Ammortamenti, Svalutazioni e altri accantonamenti risulterebbe pari a circa 63,4 milioni di Euro ed evidenzia un incremento di 3,7 milioni di Euro, pari al 6,2%
Il Risultato operativo è positivo e dovrebbe ammontare a circa 21 milioni di Euro. L’incremento evidenziato è di 11,7 milioni di Euro.
La Gestione Finanziaria è negativa per circa 8,4 milioni di Euro ed evidenzia un miglioramento di 0,3 milioni di Euro, pari al 2,9%.
Le Imposte dovrebbero ammontare a circa 9,1 milioni di Euro ed evidenziano un incremento di 2,15 milioni di Euro, pari al 31,2%.
Il Risultato netto è positivo e dovrebbe ammontare a circa 3,5 milioni di Euro. Lo stesso risulterebbe in aumento di 9,80 milioni di Euro, pari al 155,6%
Quanto esposto è stato dedotto da quanto scritto e pubblicato nella Relazione semestrale 2015 e nella Relazione Finanziaria annuale 2014, che in sintesi si riporta di seguito.

I dati del I Semestre 2015 (II semestre 2014/15).


In sintesi, nel I semestre dell’anno 2015 (1 gennaio – 30 giugno 2015), rispetto all’analogo periodo precedente, i dati mostrano un utile netto del periodo, pari a € 10,2 milioni, che migliora di € 21,3 milioni la perdita di € 11,1 milioni, precedente. Infatti, i ricavi risultano aumentati per € 31,9 milioni, tuttavia, anche i costi operativi sono aumentati a seguito di maggiori costi per il personale tesserato per € 7 milioni e non tesserato per € 1,9 milioni, nonché da altre variazioni nette negative per € 1,7 milioni. Queste ultime includono principalmente maggiori altri oneri per € 1,5 milioni, maggiori ammortamenti per € 1,1 milioni, maggiori oneri da gestione diritti calciatori per € 1 milione, maggiori costi per servizi esterni per € 0,9 milioni e maggiori imposte sul reddito per circa € 0,8 milioni. A compensazione figurano maggiori ricavi non ricorrenti per € 1,8 milioni, rilasci di fondi per € 1 milione e minori oneri finanziari netti per € 0,9 milioni.

I dati del II Semestre 2014 (I semestre 2014/15).
  


In sintesi, nel II semestre dell’anno 2014 (1 luglio – 31 dicembre 2014), rispetto all’analogo periodo precedente, i dati mostrano una perdita di € 6,7 milioni, che peggiora di € 11,5 milioni l’utile di € 4,8 milioni, precedente. Infatti, si è registrata una diminuzione dei proventi da gestione diritti calciatori per € 6,7 milioni. Risultavano aumentati gli oneri da gestione diritti calciatori per € 2,3 milioni e il costo del personale tesserato e non tesserato per € 5,4 milioni. Inoltre, figuravano maggiori ammortamenti diritti calciatori per € 4,5 milioni, parzialmente compensati da altre variazioni nette positive per € 7,4 milioni. Tali variazioni riguardavano principalmente l’incremento dei ricavi per diritti radiotelevisivi e proventi media per € 4,8 milioni, maggiori altri ricavi per € 2,4 milioni, minori accantonamenti al netto dei rilasci di fondi per € 0,6 milioni, minori imposte sul reddito per € 1,4 milioni, minori oneri finanziari netti € 0,6 milioni, nonché minori costi per servizi esterni per € 2,6 milioni.

Tra i fatti di rilievo del primo semestre 2015 vengono menzionate le operazioni perfezionate nella seconda fase della Campagna Trasferimenti 2014/2015, che hanno comportato complessivamente un aumento netto del capitale investito pari a € 9 milioni derivante da acquisizioni per € 21,4 milioni e da cessioni per un valore contabile netto di € 12,4 milioni.
Le cessioni hanno generato plusvalenze nette pari a € 15 milioni. Tali plusvalenze riguardano Domenico Berardi per € 6,6 milioni, Luca Castiglia per € 1,3 milioni e Manolo Gabbiadini per € 1,2 milioni. Invero nel comunicato relativo alla risoluzione della compartecipazione di Berardi si parlava di effetto economico positivo per 7,3 milioni. Inoltre, sempre nella relazione semestrale EXOR, viene evidenziato che nel gennaio 2015 è stato rinnovato il contratto di prestazione sportiva del calciatore Stephan Lichtsteiner fino al 30 giugno 2017.

Per quanto riguarda il Progetto Continassa, è stata avviata l’operatività del fondo immobiliare “J Village”, da parte di Accademia SGR S.p.A., Società di Gestione del Risparmio controllata da Banca del Sempione S.A.. Nella sostanza il Fondo Immobiliare “J Village” svilupperà il progetto Continassa.
Nella Relazione semestrale di EXOR è scritto che Accademia SGR ha raccolto gli impegni di investimento di vari sottoscrittori per complessivi € 53,8 milioni, e ha trovato le fonti di finanziamento esterno siglando l’accordo vincolante con gli istituti finanziatori del Fondo J Village, UBI Banca S.c.p.A. e Unicredit S.p.A., per complessivi massimi € 64,5 milioni.

Juventus ha apportato al Fondo J Village la titolarità dei diritti di superficie su un’area di circa 148.700 metri quadrati e dei relativi diritti edificatori per 34.830 metri quadrati di SLP (Superficie Lorda di Pavimento) per un controvalore complessivo di € 24,1 milioni, determinato in base alla relazione di stima redatta da un esperto indipendente. Quanto descritto sopra genererà nel 2015/16 un provento netto di circa € 10 milioni, Juventus ha ricevuto quote del Fondo J Village del valore di € 24,1 milioni.
La Città di Torino ha già rilasciato i permessi a costruire e il programma dei lavori prevede la consegna di tutte le opere entro l’inizio dell’estate del 2017.

Per quanto riguarda il rapporto con adidas, si è optato per la gestione diretta delle attività di licensing e merchandising. Per tale motivo, Juventus ha avviato gli opportuni progetti interni a livello organizzativo e gestionale.

La Campagna Trasferimenti relativa alla stagione sportiva 2015/2016 ha visto da un lato l’acquisizione di calciatori come Paulo Dybala (Palermo); Mario Mandžukić (l’Atlético Madrid); Simone Zaza (Sassuolo).
E dall’altro lato le cessioni di Angelo Ogbonna (West Ham); Arthuro Vidal (Bayern München). Inoltre è stato esercitato il diritto di opzione per l’acquisizione di Roberto Pereyra.
Sono stati conclusi degli accordi con il Boca Juniors per la cessione a titolo definitivo di Carlos Alberto Tévez, e per l’acquisizione a titolo temporaneo, fino al 30 giugno 2017, di Guido Nahuel Vadala e per l’acquisizione dei diritti di opzione per l’acquisizione di Rodrigo Betancur Colman, Franco Sebástian Cristaldo, e Adrián Andrés Cubas.

Il Patrimonio Netto
Il Patrimonio Netto risulta positivo per 45,8 milioni di Euro e rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente è in aumento di 10,3 milioni di Euro.

L’indebitamento Finanziario Netto
L’indebitamento Finanziario Netto, rispetto all’analogo periodo dell’esercizio precedente, si è ridotto da 224 milioni di Euro a 188,9 milioni di Euro.

Conclusioni

In base a quanto scritto dagli Amministratori di EXOR, “coerentemente con gli esercizi precedenti, la gestione di Juventus continuerà ad essere focalizzata sull’obiettivo di consolidare l’equilibrio economico finanziario”.
L’approvazione del bilancio 2014/2015 è prevista per l’11 settembre 2015.

Per il 2015/16, è bene ricordare che sono previste plusvalenze record (Vidal), 10 milioni di Euro per l’operazione Continassa, e i ricavi commerciali dei nuovi contratti adidas e JEEP.

7 commenti:

Federico Pancaldi ha detto...

Ho fatto qualche calcolo sul bilancio della juventus 2015/2016 che volevo sottoporre alla sua attenzione. Ho confrontato il rapporto entrate - uscite del mercato con relativo risparmio o aumento rispetto al bilancio 2014/2015 (i dati sugli stipendi sono approsimativi non essendoci dati ufficiali):
USCITE:
1. Ogbonna: ammortamento ogbonna 2,9 + ingaggio 3,5 lordi + plusvalenza 2,3. Totale= +8,7
2. Pirlo: ingaggio 8. Totale= +8
3. Giovinco: ammortamento 3,5 + ingaggio metà stagione 2,6. Totale= +6,1
4. Matri: ingaggio metà stagione 1,3. Totale= +1,3 (considerando contributo milan)
5. Coman: prestito 3,5 (visto che è biennale) + ingaggio 1,5. Totale= +5
6. Tevez: ammortamento 6,5 + ingaggio 11. Totale= +17,5
7. Llorente: ammortamento 0,75 + ingaggio 9 – minusvalenza 1,5. Totale= +8,25
8. Sorensen: plusvalenza 1,9 + ammortamento compensato dal non ricavo del prestito. Totale= +1,9
9. Motta: ammortamento 0,9 + ingaggio metà stagione (1,2) + buonuscita. Totale= circa +3
10. Storari: ingaggio 3. Totale= +3
11. Pepe: ammortamento 1,8 + ingaggio 3. Totale: +4,8
12. Romulo: risparmio prestito 1 + ingaggio 3. Totale: +4
13. Marrone (supponendo che il carpi contribuisca solo in parte): ingaggio 0,6. Totale: +0,6
14. Vidal: ammortamento 2,6 + ingaggio 9 + plusvalenza 31,7. Totale= +43,3
15. Isla: mancato ricavo prestito 1,2. Totale= -1,2
16. De ceglie (supponendo che il marsiglia contribuisca solo in parte): ingaggio 1. Totale= +1
TOTALE: +115,25
ENTRATE:
1. Rugani: ammortamento già presente nel bilancio 14/15 (credo) + ingaggio 1,8. Totale= -1,8
2. Kedira: ammortamento 0,5 (considerando una commissione di 2 milioni) + ingaggio 8. Totale= -8,5
3. Neto: ammortamento 0,25 (considerando commissione di 1 milione) + ingaggio 4. Totale= -4,25
4. Zaza: ammortamento 3,6 + ingaggio 3,6. Totale= -7,2
5. Pereyra: ammortamento 3,5 – risparmio prestito 1,5. Totale= -2
6. Dybala: ammortamento 6,4 + ingaggio 4,5. Totale= - 10,9
7. Vadalà e opzioni 3 giocatori (entrambi biennali): prestito e opzioni 3,25 + ingaggio 0,6. Totale= -3,85
8. Alex Sandro: ammortamento 5,2 + ingaggio 6. Totale= -11,2
9. Mandzukic: ammortamento 4,75 + ingaggio 7. Totale= -11,75
10. Cuadrado: prestito gratuito (sembra) + ingaggio 9. Totale= -9
11. Lemina: prestito 0,5 + ingaggio 3. Totale= -3,5
12. Hernanes: ammortamento 3,6 + ingaggio 5,4. Totale= -9

TOTALE: -82,95
TOTALE FINALE: +32,3
continua...

Federico Pancaldi ha detto...

Quindi anche togliendo da questa cifra le plusvalenze di 20 milioni del 2014/2015 il saldo finale sarebbe di circa +12. In più quest’anno la juventus avrà un notevole aumento dei ricavi: 15 dai diritti tv, 10 da adidas per il compenso fisso e almeno altri 5 dalla gestione autonoma del merchandising, 5 da jeep (compreso 1 di bonus già raggiunto per la partecipazione alla champions) e una plusvalenza di 10 per la continassa. Non si può neanche prevedere una mancanza di ricavi dalla champions dato che con i nuovi premi anche con eliminazione ai gironi e qualificazione all’EL si avrebbero circa 10 milioni (influisce anche l’eventuale passaggio o meno della roma) in meno compensati dalla partecipazione all’EL. I rinnovi di contratto dei giocatori e dell’allenatore stimabili in circa 6 milioni in più, i minori ricavi da gare e il mancato tour vengono compensati almeno in gran parte da minori ammortamenti, nel caso di bonucci, dalla mancanza dei premi pagati quest’anno per la champions, da maggiori ricavi per supercoppa e abbonamenti e dall’eventuale mancanza di premi pagati per campionato e coppa italia. Non ci sarebbe neanche il problema della mancanza di plusvalenze nel bilancio 2016/2017 data la quasi sicura partenza di pogba con super plusvalenza da circa 80 milioni. Si prospetta per il bilancio 15/16, considerando anche l’attivo di 3,5 del 14/15, una chiusura di bilancio in attivo per circa 60 milioni.
Volevo chiederle, innanzitutto, un commento su questa mia previsione se può essere veritiera o meno e soprattutto se era a conoscenza del motivo per cui la exor ha imposto alla juventus di chiudere il bilancio con un attivo così importante o comunque una sua spiegazione personale in merito. Forse l’unica ragione che posso pensare è quella della volontà di exor di rientrare dalle grosse perdite dei bilanci 10/11 e 11/12 ma onestamente mi sembra una politica aziendale sbagliata in considerazione del fatto che la squadra quest’anno aveva bisogno di essere rinnovata e sostituire i giocatori partiti con giocatori non dello stesso livello significa sprecare anche la fortuna della coincidenza tra l’anno del rinnovamento e l’anno in cui si ha disposizione un notevole aumento di ricavi da poter investire essendo, oltretutto, già in presenza di un bilancio in attivo nell’anno precedente.

Grazie.

Luca Marotta ha detto...

Se ipotizziamo gli ottavi di champions ed un piazzamento tra le prime 2, si potrebbero avere ricavi operativi per circa 369 milioni (di cui 40 per plusvalenze); costi operativi per 275,7 milioni (di cui 187,7 per il personale tesserato); ammortamenti, svalutazioni e altri ricavi non ricorrenti (Continassa) per 56 milioni. Il risultato operativo sarebbe positivo per circa 37,3 milioni. La gestione finanziaria dovrebbe essere negativa per 8,5 milioni ed il risultato prima delle tasse dovrebbe essere positivo per 28,8 milioni. Ovviamente trattasi di una mia previsione fatta per gioco e suscettibile di essere smentita da chiunque in qualsiasi momento.

Federico Pancaldi ha detto...

La sua analisi è in linea con il bilancio di quest'anno solo con maggiori plusvalenze(non dovrebbero essere 45 considerando anche la continassa?) dovuto ad un mercato praticamente a costo 0 tra entrate e uscite. Considera i ricavi senza plusvalenze a 329, praticamente come quest'anno, ma non andrebbe considerato anche l'aumento dei ricavi stimabile in circa 35 milioni?
Grazie

Luca Marotta ha detto...

La plusvalenza di 10 milioni della Continassa dovrebbe essere allocata in altri ricavi non ricorrenti, come quella di 1.750.000 di JMedical nel 2014/15. I 56 milioni che ho indicato precedentemente, derivano dalla somma algebrica di 66 milioni per ammortamenti e svalutazioni e di 10 milioni per altri ricavi non ricorrenti. In particolare ho stimato gli ammortamenti calciatori 2015/16 per un importo pari a 57,2 milioni. Per quanto riguarda i ricavi, occorre tener presente che quelli del 2014/15 contengono i ricavi record derivanti dal raggiungimento della finale di Champions League, mentre, i ricavi che ho stimato per il 2015/16 considerano prudenzialmente solo l'approdo agli ottavi della Champions League.

Nicola Ventra ha detto...

Gentilmente vorrei sapere se fossero da considerare anche le plusvalenze Berardi e Goldagigna.
Grazie mille

Luca Marotta ha detto...

Sì. Goldaniga Edoardo US Città di Palermo Prezzo 1.500.000 Valore netto contabile 1.137.000 Plusv. 363.000. Berardi Domenico US Sassuolo Calcio Prezzo 10.000.000 Prezzo attualizzato 9.481.000 Valore netto contabile 2.852.000 Plusv. 6.629.000. La situazione contabile pubblicata da Exor differisce dal bilancio definitivo per la risoluzione di Llorente.