lunedì 5 ottobre 2020

Borussia Dortmund 2019/20: perdita di 43,9 milioni di Euro.

 



Luca Marotta

jstargio@gmail.com

Dopo nove anni consecutivi il Borussia Dortmund espone un risultato di esercizio negativo. L’esercizio 2019/20 del Gruppo che fa capo alla società “Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA” espone una perdita consolidata netta di € 43.953.000.

A differenza della Seria A italiana, la competizione Bundesliga 2019-2020 è riuscita a terminare entro il 30 giugno 2020, precisamente il 27 giugno 2020, salvaguardando la maggior parte dei ricavi da diritti TV nazionali, che la società hanno potuto imputare, quasi per intero, nel bilancio dell’esercizio 2019-20. La contabilizzazione dei diritti TV nazionali è legata alle prestazioni, ma ha dovuto registrare una diminuzione per la compensazione operata dai club che hanno disputato le competizioni internazionali a favore degli altri.

 Pandemia Covid-19

Le partite nella prima e nella seconda divisione della Bundesliga sono state sospese dal 13 marzo a metà maggio 2020 a causa della pandemia COVID-19. Dopo la presentazione di un protocollo di sicurezza da pare della DFL Deutsche Fußball Liga GmbH, il 6 maggio 2020 i Presidenti dei ministri degli Stati Federali hanno deciso di consentire la ripresa a porte chiuse delle partite nella prima e nella seconda divisione della Bundesliga. Quanto sopra ha permesso di contabilizzare a

Bilancio quasi interamente i proventi televisivi nazionali.

Il Borussia Dortmund ha ripreso il 16 maggio 2020, affrontando lo Schalke 04.

Con l’adozione dei principi contabili internazionali IFRS i proventi del trasferimento non sono più rilevati come componenti del fatturato, ma sono rilevati al netto, compensandoli con le corrispondenti spese di trasferimento - includendo, ove necessario, qualsiasi valore contabile residuo della rispettiva registrazione del giocatore - e rilevati nel conto economico come reddito netto da trasferimenti. Come conseguenza, per l’elaborazione degli indicatori di performances, il management ha deciso di introdurre il "totale dei ricavi operativi consolidati" come nuovo indicatore di performance che riflette la capacità reddituale del Gruppo e come fonte di finanziamento per le attività ordinarie, dato dalla somma del fatturato e dai proventi lordi dei trasferimenti.  Nel 2019/20 il "totale dei ricavi operativi consolidati" risulta pari a € 486,884.000 (€ 489.524.000 nel 2018/19).

Il fatturato, al netto dei proventi lordi generati dal trasferimento calciatori, è stato pari a € 370.196.000, con un EBITDA positivo per € 62.992.000 e con una perdita consolidata netta per € 43.953.000.  L’EBIT è negativo per € 43.138.000. L’utile prima delle imposte (EBT) è risultato negativo per € 46.583.000 (+€ 28,7 milioni nel 2018/19).

Per quanto riguarda il fatturato netto, i ricavi commerciali, continuano ad essere una fonte importante di reddito, con un’incidenza del 45,3%, dopo i ricavi TV che incidono per il 45,9%.

Dal punto di vista dei risultati sportivi la stagione 2019/20 ha visto l’eliminazione agli ottavi in DFB Pokal contro il Werder Brema; il raggiungimento degli ottavi di UEFA Champions League con eliminazione ad opera del Paris Saint Germain, il secondo posto in Bundesliga con 69 punti (2° nel 2019/20), conseguendo il diritto a partecipare alla Champions League 2020/21.

Il Gruppo.

La forma societaria del “KGaA” è una forma societaria “ibrida”, che combina elementi di una società per azioni tedesca e quelli di una società in accomandita (“Kommanditgesellschaft”). Si tratta di una persona giuridica, il cui capitale è diviso in azioni che sono posseduti da almeno un azionista (il socio collettivo), che ha la responsabilità illimitata nei confronti dei creditori della Società e da soci accomandanti (“Kommanditaktionäre”) che non sono personalmente responsabili per i debiti la società.

La gestione e la rappresentanza legale di “Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA” spetta al socio accomandatario personalmente responsabile, “Borussia Dortmund Geschäftsführungs-GmbH”, che, a sua volta è rappresentata dagli amministratori delegati Hans-Joachim Watzke (che è anche presidente); Thomas Tress e Carsten Cramer.

L’Associazione Registrata “Ballspielverein Borussia 09 e.V. Dortmund” detiene il 100% delle azioni della società “Borussia Dortmund Geschäftsführungs-GmbH”, che è socio accomandatario ed è quindi indirettamente considerata una società controllante, Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA.

“Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA” detiene partecipazioni indirette e dirette nelle seguenti società: BVB Stadionmanagement GmbH (100.00%), BVB Fußballakademie GmbH (100%), BVB Merchandising GmbH (100.00%), BVB Event & Catering GmbH (100.00%), BVB Asia Pacific Pte. Ltd. (100.00%), besttravel dortmund GmbH (100.00%) e Orthomed Medizinisches Leistungs- und Rehabilitationszentrum GmbH (33.33%).

Al 30 giugno 2020, il capitale sociale di Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA è pari ad Euro 92.000.000 ed è suddiviso in altrettante azioni senza valore nominale. L'azionariato di Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA al 30 giugno 2020, con una percentuale importante dei diritti di voto, risulta essere il seguente: 1) Evonik Industries AG, con il 9,83% dei diritti di voto; 2) Bernd Geske con il 9,35%; 3) Ballspielverein Borussia 09 e.V. Dortmund con il 5,53%; 4) SIGNAL IDUNA con il 5.43%; 5) Ralph Dommermuth Beteiligungen GmbH con il: 5.004%; 6)  PUMA SE con il 5.00% 7)  Flottante con il 59.86%.

La Gestione Economica.

Il fatturato è un indicatore della performance finanziaria che, fornisce una chiara indicazione della forza economica della Società, soprattutto se confrontata con quella dei concorrenti o nel monitoraggio dell'andamento delle vendite a lungo termine, anche se da solo non è sufficientemente significativo.

Nell'ultimo esercizio 2019/2020, il Borussia Dortmund ha registrato ricavi delle vendite e prestazioni di servizi consolidati, comprensivi delle cessioni calciatori, per 495,2 milioni di Euro (€ 498,8 milioni nel 2018/19). Il fatturato consolidato al netto dei ricavi da trasferimento calciatori, ma comprensivo degli altri ricavi operativi, è passato da 378,6 milioni di euro a 371,5 milioni di euro con un decremento di 7,1 milioni di euro, soprattutto a causa della mancanza degli incassi da botteghino dal 17 maggio al 27 giugno 2020, corrispondenti a 4 partite casalinghe senza pubblico. Sul risultato pesano l’aumento del costo del personale e degli ammortamenti.

I ricavi delle vendite e delle prestazioni di servizi consolidati sono pari a 495,2 milioni di euro (€498,8 milioni nel 2018/19). 

I ricavi da gare diminuiscono a 32,5 milioni di euro (€ 44,6 milioni nel 2017/18). Rispetto al 2017/18 si è registrata una diminuzione di € 12.149.000. I ricavi da gara per competizioni nazionali sono diminuiti di € 7.795.000, attestandosi a € 20.419.000. Le giornate di campionato dalla gara 26 a 34 si sono svolte da metà maggio a fine giugno, senza spettatori, pertanto il Borussia Dortmund non ha registrato ricavi da gara per le cinque partite casalinghe del club, tra cui il derby locale contro l'FC Schalke 04 e la partita contro l'FC Bayern Monaco.

I proventi da competizioni nazionali di coppa sono diminuiti di € 445 mila a € 2.235.000. Rispetto al 2018/19 risulta disputata una sola partita casalinga di Coppa nazionale al SIGNAL IDUNA PARK. Per quanto riguarda le competizioni UEFA, il Borussia Dortmund ha ospitato quattro partite casalinghe della UEFA Champions League, generando ricavi per € 8.414.000 (anno precedente: € 7.480.000), con un aumento su base annua di 934.000.

Il Borussia Dortmund ha registrato il “tutto esaurito” nelle otto partite casalinghe di Bundesliga e nelle partite di UEFA Champions League aperte agli spettatori e ha di nuovo venduto il maggior numero di abbonamenti in Bundesliga, peri a 55.500.

I ricavi TV ammontano a 169.836.000 Euro (€ 167,3 milioni nel 2018/19) e registrano un incremento di € 2.487.000, a causa soprattutto dell’incremento dei diritti TV da competizioni coppe nazionali.

L’importo relativo ai diritti radiotelevisivi della Bundesliga ammonta a € 97.687.000 (€ 98.110.000 nel 2018/19) e registra un decremento di Euro 423.000. Il decremento è anche attribuibile allo scoppio della pandemia COVID-19. La distribuzione totale che DFL Deutsche Fußball Liga GmbH aveva inizialmente pianificato sarebbe stata di circa il 9,97% superiore rispetto all'anno precedente, tuttavia, non è stato possibile distribuire integralmente i fondi come previsto a causa degli effetti globali della pandemia COVID-19, che ha avuto un impatto sulla redditività di molte aziende. Inoltre, i quattro partecipanti alla Champions League hanno rinunciato a una parte della distribuzione in segno di solidarietà. In termini percentuali, è stata ridotta la quota di introiti del marketing televisivo internazionale per la Bundesliga.

La partecipazione alle competizioni internazionali ha determinato proventi per 67.420.000 (€ 68.073.000 nel 2018/19). Il calo di 653 migliaia di euro è dovuto al bonus di prestazione inferiore, poiché il Borussia Dortmund ha accumulato tre vittorie e un pareggio nella fase a gironi. Il Borussia Dortmund ha ottenuto una vittoria in più nell'anno precedente. Ciò è stato compensato dalla classifica più alta dei club partecipanti nella classifica dei coefficienti per club decennale della UEFA. I proventi da marketing televisivo internazionale sono stati pari a 67.420 migliaia di euro nell'esercizio (esercizio precedente: 68.073 migliaia di euro). Il calo di 653 migliaia di euro è dovuto al bonus di prestazione inferiore, poiché il Borussia Dortmund ha accumulato tre vittorie e un pareggio nella fase a gironi. Il Borussia Dortmund ha ottenuto una vittoria in più nell'anno precedente. Ciò è stato compensato dalla classifica più alta dei club partecipanti nella classifica dei coefficienti per club decennale della UEFA. Nell'anno finanziario 2019/2020, il Borussia Dortmund è passato ancora una volta agli ottavi di finale di UEFA Champions League, dove è stato eliminato dal Paris Saint-Germain nella gara di ritorno davanti a uno stadio vuoto.   

I ricavi TV per le coppe nazionali sono risultati pari ad euro 4.729.000 (Euro 1.162.000 nel 2018/19). Il Borussia Dortmund è stato eliminato agli ottavi della DFB Cup e ha vinto a inizio stagione la DFL Super Cup.

Nella sostanza i proventi da ricavi televisivi sia nazionali che internazionali sono rimasti pressoché invariati. I proventi del marketing televisivo derivanti dalle competizioni nazionali di coppa sono aumentati.

I ricavi da Sponsor e pubblicità, che sono la componente principale dei ricavi commerciali, sono aumentati dell’1,23%. Tali ricavi risultano pari a € 98.038.000 (€ 96.846.000 nel 2018//19) e incidono con una quota del 20.13% sui ricavi lordi e del 26,47% sul fatturato netto. Il main sponsor è Evonik Industries AG, che è anche azionista col 9,53%; mentre, il Gruppo Signal Iduna è titolare dei diritti di denominazione dello Stadio e lo Sponsor tecnico, fornitore dell’equipaggiamento sportivo, è PUMA International Sports Marketing BV. L'accordo commerciale in essere con SIGNAL IDUNA, da ottobre 2005, è stato prorogato fino al 30 giugno 2026. In definitiva i Top Sponsor sono legati a lungo termine: il Gruppo Signal Iduna fino al 2026 e Evonik Industries AG fino al 2025 e PUMA SE fino al 2028.

Per la stagione 2020/2021, il Borussia Dortmund avrà due diversi sponsor di kit: il primo sarà Evonik Industries AG, per tutte le competizioni internazionali per club, le amichevoli organizzate all'estero e le partite della Coppa DFB; il secondo, “1 & 1 Telecommunication SE” per le partite della Bundesliga.

La stagione 2019/2020, ha registrato l’inizio della collaborazione con due nuovi Champion-Partner: ESET spol. s.r.o. e comdirect bank AG., come partner bancario ufficiale del club; con durata rispettivamente fino al 30 giugno 2022 e al 30 giugno 2023.

All'inizio della stagione 2019/2020, il Borussia Dortmund ha anche accolto due nuovi partner, lo storico produttore tedesco di prodotti per il caffè, Melitta Group Management GmbH & Co. KG, e l'azienda cosmetica internazionale, L'Oréal Deutschland GmbH.

Oltre a questi due nuovi partner, il club ha esteso anche due partnership esistenti: Coca-Cola European Partners Deutschland GmbH e MBG International Premium Brands GmbH hanno rinnovato i loro accordi di sponsorizzazione e rimarranno Premium Partner fino al 2022.

I cartelloni pubblicitari analogici nelle tribune superiori dello stadio sono stati sostituiti dai nuovi cartelloni digitali. I cartelloni digitali danno al club maggiori opportunità di sponsorizzazione e riducono anche i costi associati alla preparazione dello stadio per le partite internazionali.

I ricavi da Merchandising aumentano dell’11,01% a 33.292.000 Euro (€ 29.989.000 nel 2018/19). Tali ricavi rappresentano il 6,7% dei ricavi consolidati lordi. I Ricavi da Merchandising sono aumentati nonostante la chiusura del fan shop per la pandemia COVID-19. La crescita dei ricavi più elevata è dovuta al negozio online della società in Germania, oltre all'espansione della rete di vendite e di distribuzione a seguito dell'apertura di due fan shop e del lancio del proprio negozio online internazionale.

I ricavi da Catering e altri proventi, come conferenze e indennizzi per calciatori nazionali, risultano diminuire di Euro 2.165.000 e ammontano € 36.553.000 (€ 31.446.000 nel 2018/19). Il decremento è dovuto principalmente alla chiusura delle aree hospitality per le ultime cinque partite casalinghe a causa della pandemia COVI-19. Il fatturato di BVB Event & Catering GmbH che è la società del Gruppo responsabile della fornitura di servizi di ristorazione pubblica è risultato pari a Euro 17.015.000 (€ 19.864.000 nel 2018/19).  

I ricavi da trasferimento calciatori ammontano a Euro  116.688.000 (€119.268.000 nel 2019/20), registrando un decremento di € 2.580.000 e riguardano le cessioni di Maximilian Philipp (FC Dynamo Moscow), Abdou Diallo (Paris Saint-Germain), Alexander Isak (Real Sociedad), Julian Weigl (Benfica Lisbona), Paco Alcácer (Villarreal CF), Jacob Bruun Larsen (TSG Hoffenheim), Sebastian Andato (Eintracht Francoforte) e Shinji Kagawa (Real Zaragoza), nonché i successivi proventi di trasferimento derivanti da precedenti accordi di trasferimento. Inoltre, Dženis Burnić, Jeremy Toljan, Ömer Toprak, André Schürrle e Marius Wolf sono stati dati in prestito. Nell'esercizio precedente, i trasferimenti di Christian Pulisic al Chelsea FC, Sokratis Papastathopoulos all'Arsenal FC e Andriy Yarmolenko al West Ham United, hanno generato anche successivi proventi di trasferimento come bonus e diritti sul prestito.

Gli altri proventi operativi aumentano di € 1.449.000 a € 9.195.000. Nel 2019/20 sono stati inclusi i proventi da accantonamenti, rimborsi assicurativi, rimborsi non reclamati e proventi di esercizi precedenti per € 5.033.000.  

Se si considerassero anche gli Altri proventi di gestione, i ricavi totali consolidati risulterebbero pari a 504,4 milioni di euro (€ 506,5 milioni nel 2018/19); mentre il fatturato netto diminuisce da € 394,06 milioni a € 380,7 milioni.

Il costo del personale del Gruppo risulta aumentato di 10,0 milioni di euro da € 205,1 milioni a € 215,1 milioni. Nel 2019/20, le spese per il personale relative alle aree commerciali e amministrative aumentano di € 1.012.000, a € 29.937.000; mentre, le spese per il personale relative al calcio dilettantistico e giovanile sono state pari a Euro 12.144.000 (anno precedente: € 9.200.000). In definitiva, il costo del personale complessivo risulta aumentato del 10,05%. L’incidenza del costo del personale sul fatturato netto è del 58,12%.

Il costo per l’acquisto di materiali aumenta di € 1.112.000, da € 21.273.000 a € 22.392.000. Gli altri costi operativi del Gruppo aumentano di € 487 mila da € 118.523.000 a € 119.010.000.

In particolare, le spese per le gare diminuiscono di € 107.000, da € 47.318.000 a € 47.211.000, la diminuzione è dovuta alle cinque partite casalinghe tenutesi a porte chiuse al SIGNAL IDUNA PARK che hanno portato a un calo delle spese per steward e servizi medici di emergenza, ristorazione nei giorni delle partite,

Le spese pubblicitarie aumentano di € 1.316.000, a causa dell'aumento della raccolta pubblicitaria, in particolare della pubblicità virtuale, che ha portato ad un aumento delle commissioni pagate a SPORTFIVE Germany GmbH.

L'utile del Gruppo prima di interessi, imposte e ammortamenti (EBITDA) ammonta a € 62,99 milioni (anno precedente € 115,98, milioni).

Gli ammortamenti complessivi del Gruppo sono aumentati di 13,6 milioni di euro da € 92,48 milioni a € 106,13 milioni.

Gli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali sono aumentati da € 12.823.000 a € 13.942.000, di cui € 6.092.000 per i terreni e fabbricati inclusi quelli di terze parti.

Nel periodo compreso tra il 1° luglio 2019 e il 30 giugno 2020, le attività immateriali - costituite principalmente dai diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori - sono state ammortizzate per un importo di € 87,848milioni (anno precedente: € 71,64 milioni).

Il risultato della gestione finanziaria consolidata è negativo per € 3.445.000 (-€ 1.692.000 nel 2018/19).  

Il risultato consolidato prima delle imposte (EBT) è negativo e ammonta a € 46.583.000 (€ 21.809.000 nel 2018/19).

Le imposte sul reddito ammontano a positivi € 2.630.000 (-€ 4.418.000 nel 2017/18).

Il risultato netto consolidato di Gruppo è negativo per a € 43.953.000 (+€ 17.391.000 nel 2017/18).

Player Trading.

Il reddito netto di trasferimento, che comprende i proventi lordi del trasferimento meno i valori contabili residui e i costi di trasferimento, ammontava a 40,2 milioni di EUR (anno precedente: 82,9 milioni di EUR).

Nel 2019/20 risultano calciatori ceduti per un importo di Euro 116,7 milioni che avevano un valore contabile pari a Euro 69,0 milioni.

Di conseguenza il Risultato della cessione dei calciatori risulta positivo per Euro 109,2 milioni.

Tale importo non riesce a coprire il costo degli ammortamenti e delle svalutazioni, determinando un risultato del Player Trading negativo per Euro 47,7 milioni.

Nel periodo compreso tra il 1 ° luglio 2019 e il 30 giugno 2020, i diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori - sono stati ammortizzati per un importo di € 87,88 milioni (anno precedente: € 71,64 milioni). La variazione pari a € 16,24 milioni, è dovuta principalmente agli investimenti effettuati.

Il Punto di Pareggio.

Ai fini del Fair Play Finanziario, il bilancio 2019/20 dovrà essere valutato insieme al bilancio 2020/21, a causa della Pandemia Covid-19, che ha causato la riduzione dei ricavi da gare oltre al prolungamento della Stagione Sportiva 2019/2020 terminata nel mese di Agosto 2020, con la disputa delle partite senza spettatori.

La Struttura Patrimoniale.

Il totale dell’attivo, pari a 517,9 milioni di Euro, è aumentato del 3,58% rispetto al 2018/19.

Le attività non correnti, comprensivo della Rosa dei calciatori, incide per l’ 85,2% sull’attivo totale ed è costituito prevalentemente da immobilizzazioni immateriali per il 44,3% e da immobilizzazioni materiali per il 37,3%.

I mezzi propri contribuiscono in maniera preponderante a finanziare l’attivo per circa il 59%.

Le immobilizzazioni immateriali sono aumentate del 40,3%, a causa degli investimenti effettuati tra cui Haaland.

Le immobilizzazioni materiali, comprensive dello stadio, aumentano da € 184,0 milioni a € 193,0 milioni e rappresentano il 37,27% delle attività. Sono stati effettuati investimenti per € 23.264.000, di cui € 2.848.000 per i terreni e fabbricati. Gli Immobili, impianti e macchinari si riferiscono principalmente allo stadio SIGNAL IDUNA PARK, al centro servizi BVB FanWelt, al lotto di terreno Rheinlanddamm e all'edificio amministrativo ivi situato e al lotto di terreno a Strobelallee 81. Le strutture del campo di allenamento a Dortmund-Brackel, l'Academy, le aree di ristorazione allo stadio, la sede amministrativa e le relative attrezzature operative e d'ufficio costituiscono ulteriori componenti delle immobilizzazioni materiali. Nel 2019/20, sono stati effettuati investimenti nel campo di allenamento di Dortmund-Brackel, nel SIGNAL IDUNA PARK e nell'edificio amministrativo. Allo stadio SIGNAL IDUNA PARK l'investimento è stato incentrato sulle infrastrutture di sicurezza e sulle aree di ristorazione.

Le passività sono pari a Euro 212.52.000 (€145.152.000 nel 2018/19) e risultano aumentate di Euro 67.368.000 rispetto all'esercizio precedente. Tale incremento è dovuto principalmente alle passività derivanti dai debiti commerciali.

Le variazioni del totale delle passività correnti e non correnti sono le seguenti: le passività derivanti dai leasing finanziari sono aumentate di € 24.404.000; i debiti commerciali ammontano a Euro 137.059.000, con un incremento di Euro 74.909.000 rispetto al 2018/19.

Il patrimonio netto finanzia il 59% dell’attivo (anno precedente: 71%).

Le passività per leasing sono passate da €11.508.000 a €24.404.000. L'incremento è dovuto principalmente alla realizzazione dei nuovi uffici per la Direzione Sportiva oltre che alla messa in servizio di nuovi proiettori e nuovi cartelloni pubblicitari nelle tribune superiori del SIGNAL IDUNA PARK.

Le altre passività sono diminuite complessivamente di € 1.744.000 a € 39.115.000.

Le passività fiscali sono aumentate di € 1.843.000, da € 8.106.000 a € 9.949.000.

 L’INDICE DI INDEBITAMENTO

Il rapporto tra patrimonio netto e il totale delle passività determina l’indice di indebitamento. Tale valore deve muoversi all’intorno di 1. Nel caso in questione, l’indice di indebitamento è pari a 1,44.

Il ricorso ai mezzi propri sovrasta nettamente il ricorso al capitale di terzi.

L’INDICE DI SOLVIBILITA’ TOTALE

Il rapporto tra attività totali e debiti totali determina l’indice di solvibilità totale. Una società è solvibile quando il totale dell’attivo è superiore al totale dei suoi debiti. Quanto maggiore risulta tale indice, tanto più la società è solvibile. Nel caso in questione, l’indice di solvibilità totale è pari a 2,44, ciò vuol dire che il club è solvibile, perché possiede dei beni il cui valore è sufficiente a pagare i debiti.

L’INDICE DI SOLVIBILITA’ CORRENTE

Il rapporto tra attività correnti e passività correnti determina l’indice di solvibilità corrente. Tale indice serve a verificare se l’attivo corrente è in grado di pagare i debiti a breve. Nel caso in questione, l’indice di solvibilità corrente è pari a 0,6. ciò vuol dire che il passivo corrente, comprensivo dei risconti passivi correnti, supera l’attivo a breve.

Il Valore della Rosa.


Il valore contabile netto dei giocatori aumenta da € 161,41 milioni a € 228,31 milioni (costo storico: € 276,5 milioni). La variazione in aumento di € 66,9 milioni è stata provocata da acquisti per € 226,3 milioni, cessioni per un valore contabile residuo di € 57,2 milioni, riclassificazione in beni detenuti per la vendita per € 14,35 milioni e ammortamenti per € 87,88 milioni.

Tra gli acquisti più importanti per il 2019/20 figurano sei calciatori durante la sessione estiva: Mats Hummels (ritorna to al Dortmund dopo tre anni al Bayern Munich) Nico Schulz (TSG Hoffenheim), Thorgan Hazard (Borussia Mönchengladbach), Julian Brandt (Bayer 04 Leverkusen), Paco Alcácer (esercizio del diritto di opzione col FC Barcelona) e Mateu Morey a parametro zero dall'FC Barcelona . Nel gennaio 2020, il Borussia Dortmund ha ingaggiato l'attaccante norvegese di grande talento Erling Braut Haaland fino al 2024 oltre ad Emre Can è arrivato (Juventus Torino). Nel giugno 2020, il Borussia Dortmund ha annunciato di aver ingaggiato Thomas Meunier (Paris Saint-Germain).

Sul fronte delle cessioni figurano le cessioni di Maximilian Philipp (FC Dynamo Moscow), Abdou Diallo (Paris Saint-Germain), Alexander Isak (Real Sociedad), Julian Weigl (Benfica Lisbona), Paco Alcácer (Villarreal CF), Jacob Bruun Larsen (TSG Hoffenheim), Sebastian Andato (Eintracht Francoforte) e Shinji Kagawa (Real Zaragoza), nonché i successivi proventi di trasferimento derivanti da precedenti accordi di trasferimento.

Il Patrimonio Netto.

Il patrimonio netto aumenta da € 354.919.000 a € 305.447.000. Il decremento di € 49.472.000 è dovuto al risultato economico complessivo negativo per € 43.953.000, alla distribuzione del dividendo relativo al 2018/2019 per Euro 5.519.000

Il capitale sociale sottoscritto è rimasto a livello di € 92.000.000.

Il patrimonio netto finanzia il 59% dell’attivo (71% nel 2018/19).

La perdita 2019/20 non ha permesso di deliberare la distribuzione di un dividendo.

L’Indebitamento Finanziario.

Considerando nel calcolo della posizione finanziaria netta anche i debiti per leasing finanziario, risulta una posizione finanziaria netta negativa per € 29,12 milioni.

Le passività per Leasing finanziario ammontano a € 24,40 milioni (€11,51  milioni nel 2018/19), a causa della realizzazione dei nuovi uffici per la Direzione Sportiva oltre che alla messa in servizio di nuovi proiettori e nuovi cartelloni pubblicitari nelle tribune superiori del SIGNAL IDUNA PARK.

Le disponibilità liquide diminuiscono da € 11,5 milioni a € 24,4 milioni.

Il rapporto Net Debt/EBITDA pari a 0,46 indica un debito sostenibile.

Il Valore.

Il Borussia Dortmund è stato il primo club di calcio tedesco a quotarsi in Borsa (31/10/2000), al 2 ottbre 2020 la capitalizzazione di borsa è di circa 481,49 milioni, con un prezzo per azione di 5,19; il 5/11/18 mostrava una capitalizzazione di borsa di circa 913 milioni di Euro, al 7 dicembre 2017 la capitalizzazione di borsa è di circa 562,76 milioni di Euro.

Di seguito l’evoluzione della quotazione di borsa negli ultimi 10 anni.

Nella classifica di “Forbes” il Borussia Dortmund si colloca al tredicesimo posto e vale 896 milioni.

Nell’immagine seguente tratta dal bilancio è raffigurata l’evoluzione della quotazione nell’ultimo anno, che ha toccato il minimo in coincidenza del lockdown.

Rendiconto finanziario

Le disponibilità liquide al netto dei saldi bancari passivi si riducono di 60,58 milioni di Euro.


Il flusso di cassa dell’attività operativa risulta negativo per Euro 362 mila. Il flusso di cassa dell’attività di investimento risulta negativo per Euro 50,7 milioni; il flusso di cassa dell’attività di investimento risulta negativo per Euro 9,4 milioni.

Conclusioni.

In ottica Fair Play Finanziario, il bilancio 2019/20 dovrà essere valutato insieme al bilancio 2020/21, a causa della Pandemia Covid-19.La UEFA stessa ha comunicato che ai fini del Regolamento del Fair Play Finanziario, per l’ottenimento della licenza 2021/2022, valuterà come un unico periodo il bilancio 2019/20 e 2020/21.

Il Borussia Dortmund, nonostante le perdita dei ricavi da gare delle ultime 5 partite casalinghe, è riuscito a limitarne i danni grazie alla tenuta dei ricavi televisivi e commerciali e si conferma tra i club promossi.

L'obiettivo principale del Borussia Dortmund è rafforzare la squadra professionistica, modernizzare SIGNAL IDUNA PARK e ampliare il campo di allenamento a Dortmund-Brackel. Nonostante questi investimenti, l'obiettivo del Borussia Dortmund è anche quello di continuare a distribuire un dividendo ai suoi azionisti ogni anno, a condizione che sia generato un utile netto.