sabato 29 novembre 2014

Bilancio Bayern 2013/14: utile e fatturato record.



Luca Marotta


Il 28 Novembre 2014, ‘FC Bayern Monaco AG’ ha pubblicato sul sito internet del club tedesco, i risultati economici della stagione 2013/14.
L’esercizio 2013/14 si è caratterizzato per il conseguimento di risultati economici record a livello di ricavi comprensivi di ricavi da trasferimento, col superamento della soglia dei 500 milioni. Infatti, nel corso dell'ultimo esercizio, il Gruppo ha realizzato il record dei ricavi comprensivi di ricavi da trasferimento con la cifra record di € 528.700.000 (€ 432.800.000 nel 2012/13), segnando un incremento del 22,2%. L’utile consolidato di “FC Bayern Monaco AG”, al netto delle imposte, è stato di € 16,5 milioni (€ 14 milioni nel 2012/13).
FC Bayern München AG distribuirà agli azionisti un dividendo record di € 8.625.000 (30 centesimi per azione). Il dividendo precedente è stato di € 8,25 milioni, pari sempre a 30 centesimi per azione. La decisione relativa alla distribuzione del dividendo dovrà essere presa, nel mese di gennaio 2015, dall'Assemblea Generale Annuale. Ciò significa che l’associazione “FC Bayern München eV” riceverà un dividendo pari a Euro 6,75 milioni (€ 6,75 milioni nel 2012/13).
Secondo gli Amministratori per l’esposizione dei numeri record sono stati decisivi i proventi derivanti dalle aree della sponsorizzazione e merchandising I ricavi da sponsorizzazione sono aumentati rispetto all'anno precedente del 15 per cento a € 117.400.000, e i ricavi da merchandising del 27 per cento a 105,2 milioni di Euro. Tuttavia, bisogna anche evidenziare che a contribuire all’aumento dell’utile rispetto al 2012/13 è stato soprattutto l’importo dei ricavi da trasferimento, che è stato pari a 41,2 milioni di Euro. Mentre, l’aumento di capitale sottoscritto e versato da Allianz ha permesso di irrobustire ulteriormente la struttura patrimoniale e finanziaria del club, tanto da estinguere anticipatamente il debito finanziario del Gruppo, contratto per la costruzione dello stadio.
Inoltre, Rummenigge ha annunciato che la capienza dell’Allianz Arena sarà ampliata da 71.000 a 75.000 spettatori per le gare nazionali e da 68.000 a 70.000 per le partite internazionali.

Dal Punto di vista sportivo, per il Bayern München, l’esercizio 2013/14 si è chiuso con il conseguimento di risultati soddisfacenti, culminati con la vittoria della Bundesliga, la semifinale di UEFA Champions League, la vittoria in DFB Pokal, oltre che la vittoria nel campionato del mondo per club.

Il Gruppo.

La squadra di calcio del Bayern München fa capo alla società “FC Bayern München AG”, che è una società per azioni controllata con una quota del 75% da un’associazione registrata (“Eingetragener Verein”) denominata “FC Bayern München eV”. Al 28 novembre 2014, tale associazione conta ben 251.315 soci, mentre al 30 giugno 2013, contava 233.427 soci e al 30 giugno 2012 i soci erano 195.689. Adidas AG e Audi AG ed Allianz detengono l’8,33% ciascuna. La società è gestita col sistema dualistico, ossia con il Consiglio di Sorveglianza e il Consiglio di Gestione. Tra i componenti del Consiglio di Sorveglianza segnaliamo oltre Karl Hopfner (Presidente di ‘FC Bayern München eV’); Rupert Stadler di “Audi AG”; Herbert Hainer di “adidas AG”; Markus Riess di “Allianz Deutschland  AG”; Timotheus Höttges di “Deutsche Telekom AG”; Theodor Weimer di “UniCredit Bank AG”; Edmund Stoiber, Primo Ministro del Land Bavarese e Martin Winterkorn di Volkswagen. Come si può notare, il Consiglio di Sorveglianza del Bayern è pieno di manager di famosi colossi aziendali, indicatore di ottime relazioni con gli sponsor e anche di trasparenza, considerate le funzioni che svolge il Consiglio di Sorveglianza nel sistema dualistico.
Del Consiglio di Gestione, KARL-HEINZ RUMMENIGGE è il Presidente e JAN-CHRISTIAN DREESEN è il vice-presidente.

Il Valore di “FC Bayern München AG”

Il giorno 11 febbraio 2014, con un comunicato ufficiale, la società “FC Bayern München AG” ha annunciato l’ingresso nella compagine societaria del socio Allianz, mediante un aumento di capitale sociale riservato di € 2.500.000.
Quanto sopra è stato ratificato dall’Assemblea del 21/02/2014.
Dopo la suddetta sottoscrizione, il capitale sociale è aumentato da € 27.500.000 a € 30.000.000.
Allianz è il terzo azionista di minoranza in “FC Bayern München AG”. La Compagnia di Assicurazione ha versato la cifra di  € 110.000.000 per l’8.33% del capitale sociale. 
La stessa percentuale di Allianz è detenuta da Audi AG e Adidas AG.  Dopo l’aumento del capitale la percentuale di controllo dell’Associazione registrata “FC Bayern München eV” è scesa al 75%.
Tale operazione ci fornisce elementi utili e oggettivi per rispondere alla domanda di quanto possa valere la società “FC Bayern München AG”.
La risposta è semplice. Il dato oggettivo è che l’ 8,33% della società “FC Bayern München AG” è stato valutato € 110.000.000, pertanto, l'intera società vale 1,32 miliardi di Euro. 
L’importo di 110.000.000 di Euro ricevuto dal Bayern Monaco per l’aumento del capitale sociale riservato, sarà destinato per due importanti progetti del club:
- il rimborso dei debiti dello stadio Allianz Arena di Monaco di Baviera, al fine di rendere libero dal debito lo stadio;
- la costruzione di un centro giovanile a Monaco di Baviera.

Quindi, a febbraio 2014 il valore di “FC Bayern München AG” è di almeno 1,32 miliardi di Euro.

Come dichiarato da Jan-Christian Dreesen, l’introito derivante dall’aumento del capitale ha permesso di estinguere anticipatamente il debito finanziario contratto per la costruzione dell’Allianz Arena.

I Dati del Bilancio Consolidato.

I risultati del gruppo, al 30 giugno 2014, registrano un aumento dei ricavi del 22,2%, che si assesta alla cifra record di € 528,7 milioni (€ 432,8 milioni nel 2012/13), comprensivi dei proventi derivanti dai trasferimenti dei giocatori, che vengono inseriti tra i ricavi ordinari e considerati quali componenti del fatturato, mentre le relative minusvalenze vengono inserite sotto la voce “altri costi di gestione”.



I ricavi consolidati, comprensivi di ricavi da trasferimento, per la prima volta nella storia del club, superano la soglia dei 500 milioni di Euro, proiettando il Bayern a livello di club come Real Madrid, Manchester United e Barcellona. Il CAGR consolidato, ossia il tasso di crescita annuale composto del fatturato, degli ultimi 5 anni è del 8,59%.
Se non considerassimo i ricavi da trasferimento pari a € 41,2 milioni, il fatturato netto risulterebbe di poco inferiore ai 500 milioni, precisamente sarebbe uguale a 487,5 milioni di Euro.
I ricavi da trasferimento dovrebbero riferirsi principalmente alla cessione di Luiz Gustavo al Wolfsburg e a quella di Mario Gomez alla Fiorentina.
L’EBITDA consolidato, ossia il risultato d’esercizio calcolato prima di interessi, tasse e ammortamenti, è risultato pari a € 98,7 milioni, mentre nel 2012/13 era pari a € 95,6 milioni. Tale risultato ha registrato un incremento del 3,2%. L'utile consolidato al netto delle imposte ammonta a € 16,5 milioni, ed evidenzia un aumento di € 2,5 milioni pari al 17,9%.



E’ evidente che, dal punto di vista patrimoniale, si evidenzia un gruppo notevolmente solido. Il totale delle attività aumenta da € 535,30 milioni a € 588,1. L’attivo è composto per il 64% da immobilizzazioni. Le immobilizzazioni consolidate nette aumentano da € 375,2 milioni a € 376,4 milioni. Quelle immateriali aumentano del 12,4%, esponendo la cifra di € 115,8 milioni, mentre nel 2012-13 erano pari a € 103 milioni. Le immobilizzazioni materiali e finanziarie si riducono solo del 4,3%, assestandosi a € 260,6 milioni (€ 272,2 nel 2012-13). L’attivo circolante (rimanenze, crediti, disponibilità liquide) aumenta da € 154,3 milioni a € 206,7 milioni, evidenziando un aumento del 34%. I ratei e i risconti attivi ammontano a € 2,7 milioni, nel 2012-13 erano pari a € 3,3 milioni.

Il patrimonio netto è positivo e ammonta a € 375,5 milioni (€ 257,2 milioni nel 2012/13). La variazione di € 118,3 milioni è dipesa dall’utile di esercizio pari a 16,4 milioni, dalla distribuzione di dividendi, nel corso dell’esercizio, per € 8,25 milioni e dall’aumento del capitale che ha comportato la registrazione di riserve da sovrapprezzo azioni. Rispetto al 2012/13 si è registrato un incremento del 46%. I mezzi propri finanziano il 63,8% delle attività e “coprono” il 99,76% delle immobilizzazioni. Gli accantonamenti a fondi rischi ammontano a € 23,3 milioni (€ 23,3 milioni nel 2012/13), i debiti del gruppo si riducono da € 209,8 milioni a € 146,1 milioni e i ratei e i risconti passivi per ricavi anticipati registrano la cifra di € 43,2 milioni (€ 45 milioni nel 2012/13).
I debiti bancari del gruppo, fanno capo esclusivamente ad Allianz Arena München Stadion GmbH. Tale indebitamento, grazie all’aumento di capitale, è stato estinto, come da dichiarazioni rilasciate alla stampa.
Nel 2012/13 i debiti finanziari erano pari a € 113.932.000 (54,31% dei debiti) e nel 2011/12 a € 118.440.500 (67,7% dei debiti).

Il Bilancio d’Esercizio.

Il bilancio d’esercizio di FC Bayern München AG mostra ricavi lordi, comprensivi di ricavi da trasferimento, al livello record di € 480 milioni (€ 393,9 milioni nel 2012/13), con un incremento del 21,9%. Il CAGR, ossia il tasso di crescita annuale composto dei ricavi lordi, degli ultimi 5 anni è del 9%.
La composizione del fatturato risulta essere la seguente:
- Ricavi da gare per € 140,8 milioni (€ 150 milioni nel 2012/13). Tali proventi riguardano gli incassi delle partite casalinghe della Bundesliga, partite amichevoli, DFB-Pokal e UEFA Champions League. Tale voce incide per il 29,33% sul totale dei ricavi. Rispetto all’esercizio precedente si registra un decremento 6,1%. Il comunicato stampa del Bayern riporta come proventi da competizioni UEFA Champions League l’importo di € 52,8 milioni.
Il comunicato relativo alla distribuzione dei premi della sola UEFA Champions League attribuiva al Bayern per il 2013/14 la cifra di € 44.616.000 (€ 55.046.000 nel 2012/13).
- Ricavi da sponsorizzazioni e marketing per € 117,7 milioni (€ 102,4 milioni nel 2012/13). Tale voce incide per il 24,52% sul totale dei ricavi e risulta in aumento del 15% rispetto al 2012/13.
- Ricavi da diritti radiotelevisivi nazionali per € 54,9 milioni. Tale voce riguarda le partite di Bundesliga, Coppa di Germania e Amichevoli. Nello specifico, i ricavi derivanti dalla ripartizione dei diritti TV della Bundesliga ammontano a € 46,9 milioni (€ 37,4 milioni nel 2012/13). Tale voce incide per l’11,4% sul totale dei ricavi. L’esercizio precedente, si sono registrati proventi per diritti radiotelevisivi per un importo di € 44,1 milioni e pertanto si è avuto un incremento del 24,5%.
- Proventi da trasferimenti giocatori per € 41,2 milioni. Tale voce incide per lo 8,58% sul totale dei ricavi ed è la voce di ricavo che ha registrato il maggior incremento percentuale, poiché nell’esercizio precedente era pari a € 1,6 milioni.
- Proventi di merchandising per € 105,2 milioni. Tale voce incide per il 21,9% sul totale dei ricavi. L’esercizio precedente ammontava a 82,8 milioni di Euro e pertanto registra un incremento del 27%. Rummenigge ha dichiarato che sono state vendute 1,3 milioni di maglie.
- Altri ricavi per € 20,2 milioni (tra cui: affitti e locazioni, New Media, indennità DFB per giocatori nazionali, ricavi FC Bayern II, squadre giovanili e femminili). Tale voce incide per il 4,2% sul totale dei ricavi. L’esercizio precedente tali proventi ammontavano a € 13 milioni e pertanto registrano un incremento del 55,4%.




Le spese per il personale ammontano complessivamente a € 215 milioni e rappresentano il 49% del fatturato netto, senza ricavi da trasferimento. Tali spese registrano un incremento del 6% rispetto ai 202,8 milioni di Euro del 2012/13. Da notare che l’incremento percentuale dei costi del personale è nettamente inferiore rispetto all’aumento percentuale dei ricavi comprensivi di ricavi da trasferimento.
I costi per acquisti di materiale e servizi, al netto delle spese operative, ammontano a € 47,7 milioni e risultano in aumento del 30,7%, rispetto ai 36,5 milioni di Euro del 2012/13.
Gli altri costi operativi raggiungono la cifra di € 133,9 milioni (€ 87,2 milioni nel 2012/13), con un incremento del 53,6%.
L’EBITDA, ossia il risultato calcolato prima degli interessi, delle tasse e degli ammortamenti, risulta positivo per 83,3 milioni di Euro, con un decremento del 23,7% rispetto ai 67,4 milioni di Euro dell’esercizio chiuso al 30 giugno 2013.
Gli ammortamenti risultano in diminuzione del 4,1% e sono pari a € 53,6 milioni, di cui € 49,7 milioni per ammortamento rosa giocatori. Nell’esercizio precedente ammontavano a 55,9 milioni di Euro (di cui 52,2 per ammortamento immobilizzazioni immateriali).
La differenza tra proventi e oneri finanziari risulta negativa per € 0,7 milioni, mentre nell’esercizio precedente era positiva per 2,4 milioni di Euro.
Il risultato operativo di FC Bayern München AG risulta positivo per 30,4 milioni di Euro, in aumento di € 16,5 milioni rispetto al 2012/13.
Il risultato di competenza derivante dalla partecipazione nella società “Allianz Arena München Stadion GmbH” evidenzia una perdita di € 5 milioni, mentre nel 2012/13 era positivo per 8.2 milioni di Euro.
Il risultato prima delle imposte è positivo per € 25,4 milioni (€ 22,1 milioni nel 2012/13).
Le imposte sul reddito ammontano a 9 milioni di Euro, nell’esercizio precedente erano pari a 8,1 milioni di Euro.
FC Bayern Monaco AG evidenzia un utile al netto delle imposte per € 16,4 milioni di euro, in aumento di 2,4 milioni rispetto al 30 giugno 2013, quando ha segnato la cifra di 14 milioni di Euro.



Per quanto riguarda lo stato patrimoniale, il totale delle attività ammonta a € 530,5 milioni e risulta in aumento di € 134,4 milioni.
Le immobilizzazioni nette totali aumentano del 32,4% da € 256,1 milioni a € 339,2 milioni. Quelle immateriali nette ammontano a € 115,8 milioni e registrano un incremento del 12,5% rispetto ai  102,9 milioni di euro del 2012/13. La voce che raggruppa le immobilizzazioni materiali e finanziarie ammonta a € 223,4 milioni e segna un incremento del 45,8%.
L’attivo circolante complessivamente risulta pari a € 186,9 milioni, nel 2012/13 era pari a 135,1 milioni di Euro.
Il Patrimonio Netto della società FC Bayern München AG ammonta a € 405 milioni  e risulta in aumento di € 118,2 milioni rispetto al valore del 30 giugno 2013. La variazione è dipesa dall’utile di esercizio pari a € 16,4 milioni, dalla distribuzione di dividendi per € 8,25 milioni, avvenuta nel corso dell’esercizio 2013/14 e dall’aumento del capitale sociale sottoscritto e versato da Allianz. Il Patrimonio Netto determina un Equity ratio del 76,3% (72,4% nel 2012/13), che, a detta degli Amministratori, è un valore probabilmente unico nel mondo del calcio.
I fondi rischi risultano pari a € 22 milioni, mentre nel 2012/13 erano pari a 22,2 milioni di Euro.
L’ammontare dei debiti è pari a € 98,3 milioni e risulta aumentato di 12,8 milioni rispetto al 2012/13.
I risconti passivi per ricavi anticipati aumentano da € 1,6 milioni a € 5,2 milioni.
Il rapporto tra patrimonio netto e totale delle attività, pari al 76,3% (72,4% nel 2012/13), testimonia e conferma, ancora una volta, l’indipendenza finanziaria del club e la scarsa dipendenza dalle fluttuazioni del mercato.


Conclusioni.

Per quanto riguarda il Regolamento UEFA sul Fair Play Finanziario, il Bayern München è un club modello cui ispirarsi; in quanto sia a livello di bilancio consolidato, che a livello di bilancio societario mostra un patrimonio netto abbondantemente positivo, ha azzerato l’indebitamento finanziario, che, tra l’altro, riguarda esclusivamente l’investimento stadio, il rapporto tra costo del personale e ricavi è nettamente inferiore al livello del 70%. Gli ultimi tre esercizi per il bilancio consolidato hanno registrato un risultato prima delle imposte positivo cumulato pari a 67,1 milioni di Euro, superando a pieni voti quanto stabilito dal regolamento UEFA. Lo stesso dicasi per il bilancio di esercizio del club, che da ormai dieci esercizi consecutivi chiude con un risultato positivo al netto delle imposte e che evidenzia ingenti disponibilità liquide. Non è un caso che per il Bayern risulta facile acquistare calciatori con un costo del cartellino elevato.

Si conferma l’impressione che la lettura dei conti del Bayern fornisce, ossia che il Bayern è entrato in un circolo virtuoso, fatto di successi economici e sportivi, che agiscono sia come “causa”, che come “effetto” e che stanno elevando sempre più il club nell’elite del calcio che conta.


1 commento:

Antonio Di Cianni ha detto...

Salve dr. Marotta, sa se è possibile avere l'AGM del Bayern anche in lingua inglese? Sul sito ufficiale i dati sono forniti solo in tedesco. Grazie