giovedì 12 marzo 2020

Consolidato Liverpool 18/19: quarto utile consecutivo e fatturato record a £ 533 milioni.




Luca Marotta


La vittoria della UEFA Champions League 2018/19, è una delle cause del fatturato record del 2018/19.

Il bilancio consolidato chiuso al 31 maggio 2019 della società “The Liverpool Football Club and Athletic Grounds Limited” evidenzia un risultato netto complessivo di 33,39 milioni di sterline, pari a circa 37,65 milioni di Euro, ad un cambio, al 31.05.2019, di 1 EUR = 0,8869 GBP. Il Fatturato netto che ammonta a £ 533,0 milioni, pari a circa 600,99 milioni di Euro, costituisce un record storico ed ha superato, per la prima volta, la soglia dei 500 milioni di sterline.

Nella classifica “Football Money League” della Deloitte, relativa alla stagione 2018/19, il Liverpool, è posizionato al 7° posto (7° nel 2017/18), con £ 533 milioni (€ 604,7 milioni).

La stagione sportiva 2018/19 è stata caratterizzata dalla vittoria in finale di UEFA Champions League, vinta con il Tottenham, dal conseguimento del secondo posto in Premier League con 97 punti (4° posto con 75 punti nel 2017/18). Nella “English Football League Cup” il Liverpool è stato eliminato ai sedicesimi dal Chelsea (terzo turno nel 2017/18); mentre nella “FA Cup” ha disputato il terzo turno.

Il Valore.

Secondo la classifica “Brand Finance Football 50 del 2019, il Liverpool FC si colloca al sesto posto con 1.336 milioni di USD di valore di brand (sesto posto con 1.204 milioni di USD nel 2018), con un enterprise value di 3.573 milioni di dollari USD.
Nella classifica di “Forbes” del 2019, il Liverpool FC si colloca all’ottavo posto e vale 2,2 miliardi di USD (ottavo posto con 1,492 miliardi di USD nel 2018).
Secondo la classifica di KPMG “Football Clubs’ Valuation: The European Elite 2019 del mese di maggio2019, il Liverpool FC si colloca al settimo posto con 2,388 miliardi di USD di “Enterprise Value”.

Il Gruppo.

“The Liverpool Football Club and Athletic Grounds Limited” è controllata da “UKSV Holdings Company Limited”, che è l’ultima holding del Gruppo, con sede nel Regno Unito. A sua volta, essa è controllata da “N.E.S.V. I, LLC”, conosciuta anche come Fenway Sports Group, che è una società registrata negli Stati Uniti.
Risultano quindici società controllate, di cui solo 2 operative: Liverpool Women’s FC Limited e LFC International Limited. Esiste una joint-venture con Liverpool City Council nella società Staley Park Limited.

La Continuità Aziendale (Going Concern).

La continuità aziendale è l’attitudine dell’impresa a durare nel tempo. Per poter esprimere un giudizio sulla circostanza che ci si trovi di fronte ad un’impresa che possa durare nel tempo, occorre conoscere e valutare le attività svolte dalla Società, unitamente ai fattori che possono influenzare il futuro sviluppo; la posizione finanziaria della società e i flussi di cassa, la liquidità ed eventuali linee di credito.
Nonostante un capitale circolante netto negativo per £ 182,9 milioni, che include gli importi dovuti alla Capogruppo, gli amministratori hanno la ragionevole aspettativa che la società disponga di risorse adeguate per continuare la sua attività operativa nel prossimo futuro. In base a tale ragionevole aspettativa hanno adottato il presupposto della continuità aziendale nella preparazione del bilancio annuale.

La Società ha una linea di credito che è stata rifinanziata in data 11 settembre 2015 e ha scadenza 11 Settembre 2020, per un importo di £ 150,0 milioni disponibile per scopi aziendali generali, tra cui capitale circolante e lettere di credito.
Secondo gli Amministratori, le previsioni e le proiezioni mostrano che la società dovrebbe essere in grado in grado di operare all'interno del livello della linea di credito e di adempiere alle proprie obbligazioni in scadenza nel prossimo futuro.

La Strategia.

Nel Bilancio è scritto che i quattro elementi chiave della strategia aziendale sono:
• Migliorare le prestazioni calcistiche attraverso uno stile di gioco positivo (“positive playng style”) e un investimento strategico per i giocatori;
• Migliorare lo scouting e il processo di reclutamento dei giocatori;
• Migliorare l'esperienza dei fan e l'interazione con il Club; e
• Sfruttare il seguito globale del Club per generare una crescita redditizia dei ricavi.


Lo Stato Patrimoniale.

Il totale dell’attivo è aumentato dell’11,7% da £ 666,2 milioni a £ 744,5 milioni.


Le immobilizzazioni immateriali aumentano del 34,4% da £ 275,8 milioni a £ 370,7 milioni e rappresentano il 49,8% dell’attivo. Esse comprendono l’avviamento pari a £ 1.483.000 (£ 2.756.000 nel 2017/18; £ 4.029.000 nel 2016/17) e i diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori per £ 369,2 milioni (£ 273 milioni nel 2017/18). Il valore dell’avviamento è diminuito di £ 1,27 milioni, come l’anno precedente, in conseguenza dell’ammortamento effettuato.
Le immobilizzazioni materiali nette aumentano da £ 176,45 milioni a £ 192,3 milioni e rappresentano il 25,8% dell’attivo.
Al 31 maggio 2019, risultano investimenti sotto la voce immobilizzazioni materiali in corso per £ 19,39 milioni e storni per trasferimenti contabili per £ 202.000. Tale voce ammonta complessivamente a £ 25,31 milioni (£ 6,1 milioni nel 2017/18).
Le immobilizzazioni riguardanti le tribune dello stadio gli impianti e le attrezzature ammontano a £ 158,98 milioni (£ 162.1 milioni nel 2017/18). Per tale voce figurano investimenti per £ 5.902.000 e trasferimenti contabili dalla voce immobilizzazioni materiali in corso per £ 202.000.

Nell'agosto 2019 il sito di formazione Melwood è stato venduto a Torus, senza che ciò abbia comportato alcuna perdita di valore nei risultati finanziari dell'esercizio. I lavori sul nuovo impianto di formazione di Kirkby dovrebbero essere completati nell'estate del 2020.

Il Capitale Circolante Netto Consolidato è negativo per circa £ 182,9 milioni, mentre nel 2017/18 era negativo per circa £ 120,8 milioni e nel 2016/17 era negativo per £ 140,2 milioni. Infatti, le attività correnti pari a £ 181,5 milioni (£ 214 milioni nel 2017/18; £ 123,7 milioni nel 2016/17) sono nettamente inferiori alle passività correnti pari a £ 364,46 milioni (£ 334,8 milioni nel 2017/18; £ 263,8 milioni nel 2016/17).

Il Valore della Rosa.


Il valore contabile netto della rosa calciatori è aumentato da £ 273 milioni a £ 369,2 milioni, a causa di acquisizioni per £ 222,96 milioni, di cessioni che avevano un valore contabile di £ 14,4 milioni e di ammortamenti e svalutazioni per £ 112,26 milioni.
Negli ultimi due esercizi il Liverpool ha investito complessivamente per £ 418,2 milioni

Tra i calciatori acquistati figurano: Alisson (AS Roma); Naby Keita (RB Lipsia); Fabinho (AS Monaco) e Xherdan Shaqiri (Stoke City).
Nel 2017/18 furono acquistati: Vi9rgil Van Dijk (FC Southampton); Mohammed Salah (AS Roma) e Alex Oxlade-Chamberlain.

Tra i calciatori ceduti figurano: Dominic Solanke (AFC Bournemouth); Danny Ward (Leicester City).
Nel 2017/18 tra i calciatori ceduti figuravano: Philippe Coutinhoal Barcellona e Mamadou Sakho al Crystal Palace.

Dopo la chiusura dell’esercizio, l’acquisto e la vendita di vari calciatori ha provocato un saldo finanziario netto positivo di £ 5,5 milioni ed un effetto positivo sul conto economico di £ 14,9 milioni, in relazione all’eccedenza di plusvalenze.

Il Patrimonio netto.

Il Patrimonio Netto Consolidato è positivo per £ 248.2 milioni (€ 279,9 milioni circa). Al 31 maggio 2018, il patrimonio netto era positivo per £ 208,2 milioni. La variazione positiva di £ 40.012.000 è stata causata al risultato netto consolidato complessivo e da un versamento in conto capitale dei proprietari per £ 6.620.000.

Il capitale sociale (Share Capital), interamente versato, pari a £ 174 mila è composto da 34.825 ‘Ordinary sahre’ del valore nominale di 5 sterline.
Uno degli indicatori principali del Regolamento del Fair Play Finanziario è il Patrimonio Netto non negativo.

La Posizione Finanziaria Netta (Net Debt).


La Posizione Finanziaria Netta è negativa per £ 91,3 milioni e risulta in miglioramento di £ 53,4 milioni. Il livello dell’indebitamento finanziario netto, nel 2016/17 aveva raggiunto il massimo livello degli ultimi anni.
Nel 2018/19, il debito infragruppo, valutato al costo ammortizzato, risulta pari a £ 79,3 milioni ed in calo di £ 20,6 milioni. I debiti infragruppo riguardano il prestito effettuato da UKSV Holdings Company Limited per l’ampliamento dello stadio. Pertanto è un debito “virtuoso” escluso dal calcolo del “relevant debt” ai fini del Fair Play Finanziario.
I debiti bancari diminuiscono da £ 55.1 milioni a £ 49,5 milioni.

L'11 settembre 2015, sono state rifinanziate le linee di credito per £ 150,0 milioni per un periodo di cinque anni, per scopi aziendali generali.

I crediti per le cessioni dei calciatori diminuiscono da £ 111,71 milioni a £ 54,2 milioni.
I debiti per l’acquisto di calciatori aumentano da £ 141,4 milioni a £ 171,9 milioni.
Il debito netto ai fini del Financial Fair Play rientra nel limite auspicato.

Il Rendiconto finanziario.


Le disponibilità liquide sono aumentate di £ 27.211.000, da £ 10.314.000 a £ 37.525.000.
Il flusso di cassa consolidato netto generato dall’attività operativa è risultato positivo per £ 128,94 milioni, di cui un flusso negativo di negativo per £ 1,88 milioni generato dal costo del debito (interessi attivi meno passivi).
Il flusso di cassa netto generato dall’attività di investimento è stato negativo per £ 81,73 milioni, determinato principalmente dal flusso per l’acquisto di calciatori per £ 173,94 milioni.

L’attività di finanziamento ha prodotto flussi negativi per £ 20 milioni.

La Gestione Economica.


Il fatturato è aumentato del 17,1% da £ 455,1 milioni a £ 533 milioni. Tale fatturato costituisce un record storico.
Secondo la classifica “Football Money League” e in base alla riclassificazione operata dalla Deloitte, il Liverpool occupa il 7° posto (7° posto l’anno precedente) con un fatturato di £ 533 (€604,7 milioni, con il cambio medio del 2018/2019 di £1 = 1.1346), di cui £ 83,3 milioni per Match Day, £ 263,8 milioni per Broadcasting e £ 185,9 per ricavi Commerciali.  

Dai dati del bilancio risulta che i ricavi da media sono aumentati da £ 220,1 milioni a £ 260,8 milioni, con una variazione positiva di £ 40,7 milioni e con un’incidenza sul fatturato netto del 48,9%.
L'aumento è principalmente dovuto e al miglior posizionamento nella classifica di Premier League 2018/19 rispetto all’esercizio precedente e al successo nella competizione UEFA Champions League culminata con la vittoria nella finale col Tottenham (finale persa col Real Madrid nel 2017/18).
Il comunicato UEFA, sulla ripartizione dei proventi, attribuisce al Liverpool la cifra di Euro 111.099.000 (Euro 81.283.000 nel 2017/18). Nel 2017/18 il Liverpool ha perso la finale col Real Madrid.
Secondo il comunicato UEFA per la distribuzione dei premi della UEFA Champions League 2018/19, il Liverpool ha guadagnato Euro 111.099.000.

I ricavi da gare aumentano da £ 80,7 milioni a £ 84,2 milioni, con un’incidenza sul fatturato netto del 15,8%. L'aumento dei ricavi da gare è principalmente ai ricavi più elevati della Pre-Season.

I ricavi commerciali aumentano da £ 154,3 milioni a £ 188 milioni, con un’incidenza sul fatturato netto del 35,3%. L'aumento è principalmente legato a maggiori entrate di sponsorizzazione, merchandising e ristorazione.
Gli amministratori hanno scritto, come l’anno precedente, che il continuo successo sul campo è fondamentale per questo sviluppo dei ricavi commerciali.

I costi, escludendo i costi eccezionali e il costo del venduto, ossia i costi contenuti nella voce: “administrative expense”, aumentano da £ 405,3 milioni a £ 484,4 milioni, a causa dell’aumento del costo del personale, degli ammortamenti.

Il costo del personale ammonta a £ 309,9 milioni (£ 263,6 milioni nel 2017/18) ed è aumentato di £ 46,3 milioni, ossia del 17,6%. L’incidenza sul fatturato, senza plusvalenze è del 58,1%. Il Costo del Lavoro Allargato, che considera anche gli ammortamenti della rosa calciatori, incide sul fatturato per il 79,2%.
La spesa per il Consigli di Amministrazione ammonta a £ 2.876.000, L’amministratore più pagato costa £ 1.764.000.
Il costo del venduto risulta pari a £ 48 milioni (£ 42,5 milioni nel 2017/18).

Il Player Trading.


Il risultato economico inerente la cessione dei cartellini dei calciatori, al contrario dell’esercizio precedente, non riesce a coprire i costi annuali dei cartellini.
Il profitto sulla cessione dei diritti alle prestazioni sportive dei giocatori per l'anno conclusosi il 31 maggio 2019 è stato di £ 45,2 milioni (2018: £ 123,9 milioni).

Le cessioni del 2018/19 hanno prodotto minori plusvalenze rispetto all’esercizio precedente.
Nell’esercizio 2017/18 si registrarono delle plusvalenze notevoli con la cessione di Philippe Coutinho al Barcellona e Mamadou Sakho al Crystal Palace.

Da evidenziare l’incremento degli ammortamenti, a causa degli investimenti effettuati, che aumentano da £ 77,1 milioni a £ 111,77 milioni.

La Gestione Finanziaria.

La gestione finanziaria è negativa per £ 3,9 milioni; mentre nel 2017/18 era negativa per £ 5,99 milioni.
I proventi finanziari diminuiscono da £ 1,58 milioni a £ 1,087,000 e comprendono la voce “Notional interest on deferred receipts for sale players’ registration” per £ 1,047,000.
Gli oneri finanziari diminuiscono da £ 7,57 milioni a £ 5 milioni.

Il Punto di pareggio.

Il risultato prima delle imposte al 31 maggio 2019 è positivo per £ 41,9 milioni; mentre l’esercizio precedente era positivo per £ 125,1 milioni e nel 2015/16 era positivo per £ 39,6 milioni.
Pertanto, il punto di partenza per le valutazioni degli organismi UEFA del Financial Fair Play, che è il risultato prima delle imposte, risulta positivo e rientra abbondantemente nel limite.
Inoltre, dal risultato prima delle imposte aggregato relativo al triennio 2016/17-2018/19, potranno essere esclusi gli altri ammortamenti e le spese per il settore giovanile e femminile. Molto probabilmente verranno esclusi dai costi anche le donazioni caritatevoli effettuate. Sembrerebbe che possano essere esclusi dai costi anche dei costi per progetti destinati, in senso lato, alla comunità locale. Per quanto sopra, il Liverpool non presenta problemi relativi al Break-even rule.

Conclusioni.

La vittoria in finale di Champions League 2018/19 col Tottenham, ma soprattutto il miglior piazzamento nella classifica di Premier League, hanno esercitato effetti positivi sul fatturato e sul risultato economico.
Il miglioramento dell’andamento sportivo, dovuto alla gestione Klopp, l’apporto dei diritti televisivi della Premier League, l’ampliamento dello stadio sono fattori determinanti per l’ottima gestione economica.
L’indebitamento finanziario è diminuito.
Per il 2019/20, a causa dell’eliminazione agli ottavi di Champions League 2019/20, ad opera dell’Atletico Madrid, eventi eccezionali extra-calcio permettendo, si potrebbero misurare meglio l’importanza e il peso degli effetti delle prestazioni in Champions League e quelle in Premier League.


2 commenti:

cmn ha detto...

Buongiorno
Non si vedono i dati (tabelle) del Liverpool. Qualcosa non va sulle immagini

Appunti di Luca Marotta ha detto...

Grazie per la segnalazione.