mercoledì 12 giugno 2024

Consolidato FC BAYERN MÜNCHEN 2022/23; utile di 35,7 milioni, con dividendo.

 



Luca Marotta

jstargio@gmail.com

 

Il risultato annuale 2022/2023 del Gruppo FC BAYERN MÜNCHEN è stato positivo per 35,7 milioni di euro, rispetto ai 12,7 milioni di euro dell’anno precedente è aumentato di € 22,9 milioni.

Il Consiglio di Amministrazione ha proposto di distribuire un dividendo di 0,30 euro per azione e di trasferire l'importo residuo ad altri utili portati a  nuovo

La società “FC BAYERN MÜNCHEN AG” ha conseguito un utile annuo di 22,6 milioni di euro ( € 9,3 milioni nel 2021/22).

L'EBIT del gruppo è aumentato notevolmente da € 18,4 milioni del 2021/22 a € 52,5 milioni e quello dell'FC BAYERN MÜNCHEN AG da € 10,4 milioni a € 36,1 milioni.

 Gli Amministratori hanno evidenziato nel bilancio che gli obiettivi del FC BAYERN MUNICH vanno oltre gli obiettivi puramente finanziari, poiché il Bayern è leader di mercato in Germania ed è top club affermato a livello internazionale sia nello sport che nella gestione economica-finanziaria, il club bavarese persegue l'ulteriore espansione e rafforzamento del marchio “FC BAYERN MUNICH” e, soprattutto, il successo sportivo nelle competizioni nazionali e internazionali.

Gli indicatori di performance finanziaria del gruppo FC BAYERN MÜNCHEN AG sono costituiti dal fatturato, dall'EBIT e dal flusso di cassa operativo.

I successi sportivi nazionali e internazionali, fanno sì che l'FC BAYERN MUNICH occupi il secondo posto nella classifica quinquennale dei club UEFA. Questi fattori costituiscono la base per un marchio forte e rappresentano la base per il successo delle attività economiche dell'azienda.

 

Dal punto di vista sportivo, per il Bayern München, la stagione sportiva 2022/23 si è chiusa con il conseguimento della vittoria della Bundesliga, con 71 punti, per l’undicesima volta consecutiva. La UEFA Champions League 2022-23 è terminata, raggiungendo i quarti di finale contro il Manchester City (per la stagione sportiva 2021/22 raggiungendo i quarti di finale contro il Paris Saint-Germain). La coppa nazionale “DFB Pokal” è terminata con l’eliminazione nei quarti di finale ad opera del club Friburgo (per la stagione sportiva 2021/22 la coppa nazionale “DFB Pokal” è terminata con l’eliminazione al secondo turno ad opera del club Borussia Moenchengladbach). La Supercoppa di Germania 2023 è stata persa con il Lipsia per 0-3.

Al 30.06.2023 la bacheca del Bayern annoverava:

·         6 vittorie in Champions League (1974, 1975, 1976, 2001, 2013, 2020)

·         1 vittoria in UEFA Europa League (1996)

·         2 vittorie in Coppa Intercontinentale (1976, 2001)

·         2 vittorie in Supercoppa UEFA (2013, 2020)

·         1 vittoria in Coppa delle Coppe UEFA (1967);

·         33 vittorie in Bundesliga (1932, 1969, 1972, 1973, 1974, 1980, 1981, 1985, 1986, 1987, 1989, 1990, 1994, 1997, 1999, 2000, 2001, 2003, 2005, 2006, 2008, 2010, 2013, 2014, 2015, 2016, 2017, 2018, 2019, 2020, 2021, 2022, 2023)

·         20 vittorie “DFB Pokal” (1957, 1966, 1967, 1969, 1971, 1982, 1984, 1986, 1998, 2000, 2003, 2005, 2006, 2008, 2010, 2013, 2014, 2016, 2019, 2020);

·         6 vittorie in “DFL LigaPokal” (1997, 1998, 1999, 2000, 2004, 2007);

·         10 vittorie in “DFL Supercup” (1987, 1990, 2010, 2012, 2016, 2017, 2018, 2020, 2021, 2022).

 

CONTO ECONOMICO

 

Nell'anno finanziario 2022/2023 i ricavi  lordi del gruppo FC BAYERN MÜNCHEN AG sono  aumentati da 648,6 milioni di euro dell'anno precedente a 839,0 milioni di euro. Gli altri

ricavi operativi del gruppo sono diminuiti a 15,2 milioni di euro (2021/22: €17,0 milioni ).

I ricavi complessivi lordi del gruppo sono aumentati da 665,7 milioni di euro dell'anno precedente a 854,2 milioni di euro.

I ricavi complessivi lordi del gruppo , corrispondenti alla “performance complessiva del gruppo”, contengono gli altri ricavi operativi del gruppo pari a 15,2 milioni e i ricavi da trasferimenti calciatori per € 110 milioni, pertanto nel prospetto stampa informativo è indicato come Umsatz la cifra di 854,2 milioni.

 

Secondo la classifica Deloitte Football Money League 2024, il fatturato netto del Gruppo Bayern (senza plusvalenze) ammonta a € 744 milioni. i ricavi commerciali ammontano a € 419 milioni; i ricavi Media risultano pari a € 204 milioni e i ricavi MatchDay ammontano a € 121 milioni.

L’aumento dei ricavi previsto dal consiglio per la stagione 2022/2023 si è verificato in gran parte come previsto.

I ricavi comprensivi dei ricavi per trasferimenti calciatori del gruppo sono aumentati da € 648,6 milioni a € 839,0 milioni.

Il principale motore della crescita del fatturato lordo nell'ultimo esercizio finanziario sono stati i ricavi da trasferimenti di circa 110 milioni di euro. Rispetto all'anno precedente, questi ricavi sono aumentati di 98 milioni di euro.

Come previsto l'anno precedente, il fatturato nelle operazioni di gioco e nei settori delle sponsorizzazioni e degli introiti pubblicitari è aumentato notevolmente a causa degli effetti di ripresa delle attività.

Come descritto nel bilancio, i ricavi per Operazioni di gioco risultano pari a € 230.426.000;

i ricavi per attività di Pubblicità e sponsorizzazione risultano pari a € 251.725.000;

i ricavi per attività di Marketing mediatico risultano pari a € 94.768.000;

i ricavi per attività di commercio e altri risultano pari a € 262.082.000.

Il fatturato del gruppo, senza glia altri ricavi operativi, ma compresivo dei ricavi da trasferimento calciatori, è passato da 648,6 milioni di euro nell’anno finanziario 2021/2022 a € 839,0 milioni di euro.

Nel settore dei diritti TV, i proventi derivanti dalla commercializzazione centrale dei diritti televisivi della Bundesliga sono rimasti all'incirca ai livelli del 2021/22, come previsto. Nella DFB, POKAL gli introiti per ricavi TV sono aumentati raggiungendo i quarti di finale.

Tuttavia, nel complesso, i ricavi derivanti dai diritti di sfruttamento mediatico nel 2022/2023 non hanno raggiunto il livello dell'anno precedente, poiché nell'esercizio 2021/2022 sono stati realizzati ricavi di marketing televisivo una tantum attraverso la commercializzazione di un documentario dell'FC BAYERN.

Anche nel commercio al dettaglio le previsioni del consiglio di amministrazione sono state soddisfatte, con un fatturato in forte aumento, soprattutto nei fan shop.

Per quanto riguarda i Ricavi da gare, tutte le partite casalinghe della stagione 2022/2023 sono state disputate senza limitazioni di spettatori e hanno registrato il “tutto esaurito”.

I ricavi derivanti dalle operazioni di gioco sono aumentati notevolmente rispetto al 2021/22.

In UEFA Champions League sono stati raggiunti i quarti di finale, pertanto, le entrate derivanti dai pagamenti della UEFA sono allo stesso livello dell'anno precedente.

Nel settore della pubblicità (marketing e sponsorizzazione) la situazione dei ricavi è risultata sostanzialmente stabile grazie a contratti a lungo termine con tutti i principali sponsor. Grazie alla conclusione di nuovi contratti e agli effetti di recupero degli anni finanziari caratterizzati dal COVID, il fatturato nel settore pubblicitario è aumentato di circa il 10%.

Il settore commerciale è riuscito ad aumentare il proprio fatturato totale di circa il 17% rispetto all'anno precedente. I negozi dell'FC BAYERN hanno potuto riaprire normalmente senza alcuna restrizione durante l'intero esercizio. Ciò ha portato a un aumento significativo delle vendite nei negozi rispetto all’anno precedente, indeboliti dal Covid. Un’ulteriore crescita è stata generata nell’e-commerce e nel business delle licenze.

L’impatto geopolitico dell’inflazione e dei Mondiali del 2022, disputati in inverno, hanno limitato una crescita ancora più forte.

I ricavi nel settore dei diritti di sfruttamento mediatico derivano principalmente dalla commercializzazione centrale di questi diritti da parte della DFL (Bundesliga) e della DFB (DFB Pokal). Il calo delle vendite in questo caso è attribuibile a un evento straordinario avvenuto una tantum nel 2021/22.

Il modello di business dell'Allianz Arena München Stadion GmbH deriva principalmente dalla commercializzazione dei 106 palchi e dai diritti sul nome dello stadio, dall'affitto con DO & CO München GmbH e dai ricavi dei parcheggi. A causa delle restrizioni sugli spettatori negli anni del

Corona, l'Allianz Arena München Stadion GmbH ha dovuto far fronte a significative perdite di vendite.

A causa della piena operatività nel 2022/2023 con match esauriti, le vendite dei tempi pre-COVID sono state in alcuni casi.

L'aumento delle vendite nel merchandising è compensato anche dall'aumento dei costi dei materiali, che hanno raggiunto la cifra di Euro 41.948.114,56, di cui € 39.929.843,23 per l’acquisto dei beni ed Euro 2.0182.71,33 per l’acquisto di servizi connessi.

Tali costi sono sviluppati dalla società “FC BAYERN MÜNCHEN AG” e nell'ultimo esercizio hanno registrato l’aumento generale dei prezzi da parte dei fornitori e il passaggio a metodi più sostenibili e più sostenibili.

Le spese per il personale sono aumentate da € 354.168.381,26 a 415.520551,30.

Nella stagione 2022/2023 sono stati fatti importanti investimenti sulla rosa dei giocatori, con l'acquisto di giocatori nel periodo di mercato invernale e indipendentemente da questo sviluppo, l'indice dei costi del personale (totale delle spese per il personale, rapportato alla performance complessiva del gruppo) è complessivamente diminuito a causa del notevole aumento dei ricavi lordi e si è attestato al 48,6% (2021/22: 52,4%) al di sotto dell'obiettivo del 50%.

Se considerassimo il fatturato netto senza trasferimento calciatori, il rapporto aumenterebbe al 55,83%, ma comunque al di sotto del 70%.

Le Altre spese operative, pari a € 209.297.570,49, sono nuovamente aumentate sia nell'FC BAYERN MÜNCHEN AG che nel gruppo.

Le motivazioni dell’aumento registrato nel 2022/23 risiedono negli effetti delle restrizioni Covid sui ricavi da gare nei precedenti esercizi; nell’aumento delle attività di trasferimento,.

Infatti, si è verificato anche un aumento delle spese associate all'ambiente di trasferimento.

 

Nel segmento delle vendite al dettaglio sono aumentati i costi logistici, in parte dovuti all'aumento del volume delle vendite, e allo stesso tempo sono aumentati i costi generali per la movimentazione e la spedizione delle merci a causa dell'inflazione. 

L’EBITDA è pari a € 187,4 milioni. Gli ammortamenti sono pari a € 134.942.166,06.

EBIT

L'EBIT del gruppo è passato da € 18,4 milioni del 2021/22 a € 52,5 milioni e quello dell'FC BAYERN MÜNCHEN AG da € 10,4 milioni a € 36,1 milioni.

Il risultato netto consolidato dell’esercizio 2022/23 mostra un utile di € 35.676.937,44 

STATO PATRIMONIALE

Il totale dell’attivo è pari € 883.186.162,03.

Le immobilizzazioni immateriali sono pari a € 207.745.862,31 e contengono il valore della rosa dei calciatori per € 206.944.762,31.

Le immobilizzazioni materiali e le immobilizzazioni finanziare sono pari € 261.715.250,38.

La voce terreni e fabbricati e relativi diritti in cui è contenuta lo stadio è esposta per € 212.445.180,48; la voce Impianti e macchinari ammonta a € 23.242.999 la voce impianti e attrezzature ammonta a € 15.509.310,63.

Nell’anno finanziario 2022/2023 il volume degli investimenti in altri attivi materiali e immateriali nel gruppo ammonta a 10,1 milioni di euro (nel 2021/22: 5,3 milioni di euro). Di questi, 5,1 milioni di euro riguardano investimenti nell'Allianz Arena.

Durante la pandemia del coronavirus, alcuni progetti di costruzione dell'arena sono stati rinviati, ma ora la realizzazione è iniziata. La crisi energetica pone ancora più attenzione al tema della sostenibilità all'Allianz Arena. Un primo passo è stato quello di convertire il riscaldamento del prato alla fornitura di energia tramite pompe di calore nell’autunno 2022.

Valore della Rosa Calciatori

Nnell'anno 2022/ 2023. il Gruppo FC BAYERN MÜNCHEN AG ha investito 159,0 milioni di euro (nel 2021/22: 84,2 milioni di euro) nell’acquisto di calciatori .

Al 30.062023 il valore della rosa dei calciatori ammonta a € 206.944.762,31 e risulta in aumento rispetto al 2021/22 per € 42.872.207,43.

Tra gli acquisti 22/23 figurano:

Matthijs de Ligt (Juventus FC); per € 67,00 milioni; Sadio Mané (FC Liverpool); Mathys Tel (Stade Rennes FC); Ryan Gravenberch (Ajax Amsterdam) ;Yann Sommer (Borussia Mönchengladbach) Daley Blind (Ajax Amsterdam).

 

Tra le CESSIONI 22/23 figurano: Robert Lewandowski (FC Barcellona); Tanguy Nianzou (Siviglia FC); Marc Roca (Leeds United); Chris Richards (Crystal Palace); Omar Richards (Nottingham Forest); Joshua Zirkzee (Bologna FC) e Christian Früchtl (Austria Vienna)

Alla data di redazione del bilancio, per il 2023/ 2024, figuravano già state determinate le seguenti modifiche alla rosa calciatori:

Acquisti: Konrad Laimer (RB Lipsia gratuito), Raphael Guerreiro (Borusssia Dortmund gratuito) Minjae Kim dal (SSC Napoli).

Cessioni: Daley Blind (Girona FC), Joao Cancelo (Barcellona), Lucas Hernandez, Sadio Mané, Yann Sommer e Marcel Sabitzer

Il patrimonio netto è pari a € 536.490.037,21. L’aumento è stato di 32,5 milioni di euro rispetto ai 504,0 milioni di euro del 2021/22. La variazione è dovuta all’utile.

Il patrimonio netto finanzia il 60,74% dell’attivo, evidenziando la solidità patrimoniale del Gruppo.

ll FC BAYERN non fa affidamento sui finanziamenti bancari.

Tutte le passività derivano da attività commerciali in corso, trasferimenti, dichiarazioni dei redditi mensili e acconti. Si tratta prevalentemente di natura a breve termine, con trasferimenti fino ad un termine di pagamento di due anni.

L passività pari a € 208.696.364,63 sono composte da:

1.  Acconti ricevuti sugli ordini € 10.617.426,80;

2.  Debiti commerciali € 145.709.169,35;

3.  Passività verso imprese con le quali esiste un rapporto di investimento € 4.328.834,15;

4.  Altre passività € 48.040.934,33.

Molto probabilmente la voce riguardante i debiti commerciali contiene il debito verso società di calcio per l’acquisto di calciatori.

Secondo gli Amministratori l'FC BAYERN MUNICH può mostrare ancora una volta un aumento dei parametri chiave dei tifosi per la stagione 2022/2023, soprattutto nell'area digitale.

Con oltre 300.000 membri, l'FC BAYERN MÜNCHEN eV è l’Associazione Sportiva con il numero più alto di iscritti al mondo.

I tifosi sia a livello nazionale e sempre più internazionale hanno una grande influenza sulla “performance economica” e quindi sportiva di una società di calcio.

 

FLUSSO DI CASSA

La variazione delle risorse finanziarie in termini di cassa è stata positiva per € 84,37 milioni.

Infatti, le disponibilità liquide aumentano da € 186.052.855,17 a € 270.422.448,18.

Nel 2022/2023, in linea con lo sviluppo del fatturato e dell'EBIT, è stato raggiunto il flusso di cassa positivo previsto. Infatti per l’esercizio 2022/2023 è stato registrato un flusso di cassa operativo di 121,8 milioni di euro (136,0 milioni di euro nel 2021/22).

Il flusso di cassa da attività di investimento è stato negativo per € 34,44 milioni.

Il flusso di cassa da attività di finanziamento è stato negativo per € 3,04 milioni.

Per quanto riguarda l’evoluzione prevista della situazione reddituale, il Consiglio d'amministrazione ritiene che l'FC BAYERN MUNICH sia complessivamente ben posizionato viste le condizioni quadro ipotizzate, ma prevede, considerando determinate ipotesi, un leggero calo delle vendite e dell'EBIT nella prossima stagione sportiva.

Tra le condizioni è specificato che soprattutto i risultati sportivi legati alla Champions giocano un ruolo importante.

Nelle previsioni per il 2023/24, gli Amministratori hanno evidenziato le problematiche della crisi energetica e le problematiche legate alla guerra in Ucraina oltre a quelle dell’inflazione.

Conclusioni

Il Gruppo FC Bayern Munich rispetta i parametri UEFA Il Consiglio di Amministrazione ha proposto di distribuire un dividendo di 0,30 euro per azione dagli utili portati a nuovo e di trasferire l'importo residuo ad altri utili portati a nuovo

 

venerdì 7 giugno 2024

Borussia Dortmund 2022/23: utile di € 9,55 miioni di Euro, determinato dall’aumento dei ricavi.

Luca Marotta

jstargio@gmail.com

Il Borussia Dortmund, nell’esercizio 2022/23, è tornato ad esporre un risultato di esercizio positivo. L’esercizio 2022/23 del Gruppo che fa capo alla società “Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA” espone un utile consolidato netto di € 9.550.000, mentre nell’esercizio precedente era esposto un risultato negativo per 31,9 milioni di euro.

Il risultato positivo è stato determinato dall’aumento del fatturato netto (esclusi gli altri ricavi operativi) per € 66,6 milioni e delle plusvalenze per € 9,64 milioni.

La contabilizzazione dei diritti TV nazionali è legata alle prestazioni.

Con l’adozione dei principi contabili internazionali IFRS i proventi del trasferimento non sono più rilevati come componenti del fatturato, ma sono rilevati al netto, compensandoli con le corrispondenti spese di trasferimento - includendo, ove necessario, qualsiasi valore contabile residuo della rispettiva registrazione del giocatore - e rilevati nel conto economico come reddito netto da trasferimenti. Come conseguenza, per l’elaborazione degli indicatori di performances, il management ha deciso di introdurre il "totale dei ricavi operativi consolidati" come nuovo indicatore di performance che riflette la capacità reddituale del Gruppo e come fonte di finanziamento per le attività ordinarie, dato dalla somma del fatturato e dai proventi lordi dei trasferimenti.  Nel 2022/23 il "totale dei ricavi operativi consolidati" risulta pari a € 418.239.000 (€ 351.645.000 nel 2021/22).

Il fatturato, al netto delle plusvalenze è stato pari a € 418.239.000, con un EBIT positivo per € 16.911.000 e con una utile consolidato netto per € 9.550.000.  L’utile prima delle imposte (EBT) è risultato positivo per € 10.780.000 (+€ 40,97 milioni nel 2021/22).

Per quanto riguarda il fatturato netto, i ricavi commerciali, costituiscono la fonte più importante di reddito, con un’incidenza del 51,93%, seguono i ricavi TV che incidono per il 37,66%.

Dal punto di vista dei risultati sportivi la stagione 2022/23 ha visto l’eliminazione ai quarti in DFB Pokal contro il RB Lipsia; il raggiungimento degli ottavi di UEFA Champions League con eliminazione ad opera del Chelsea, il secondo posto in Bundesliga con 71 punti (2° nel 2021/22 con 69 punti), conseguendo il diritto a partecipare alla Champions League 2023/24.

Nel 2021/22 il Borussia Dortmund non riuscì a superare la fase a giorni in Champions League e fu eliminato agli spareggi di Europa League dai Rangers.

Il Gruppo.

La forma societaria del “KGaA” è una forma societaria “ibrida”, che combina elementi di una società per azioni tedesca e quelli di una società in accomandita (“Kommanditgesellschaft”). Si tratta di una persona giuridica, il cui capitale è diviso in azioni che sono posseduti da almeno un azionista (il socio collettivo), che ha la responsabilità illimitata nei confronti dei creditori della Società e da soci accomandanti (“Kommanditaktionäre”) che non sono personalmente responsabili per i debiti la società.

La gestione e la rappresentanza legale di “Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA” spetta al socio accomandatario personalmente responsabile, “Borussia Dortmund Geschäftsführungs-GmbH”, che, a sua volta è rappresentata dagli amministratori delegati Hans-Joachim Watzke (che è anche presidente); Thomas Tress e Carsten Cramer

L’Associazione Registrata “Ballspielverein Borussia 09 e.V. Dortmund” detiene il 100% delle azioni della società “Borussia Dortmund Geschäftsführungs-GmbH”, che è socio accomandatario ed è quindi indirettamente considerata una società controllante, Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA.

“Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA” detiene partecipazioni indirette e dirette nelle seguenti società: BVB Stadionmanagement GmbH (100.00%), BVB Fußballakademie GmbH (100%), BVB Merchandising GmbH (100.00%), BVB Event & Catering GmbH (100.00%), BVB Asia Pacific Pte. Ltd. (100.00%), besttravel dortmund GmbH (100.00%) e Orthomed Medizinisches Leistungs- und Rehabilitationszentrum GmbH (33.33%).

Al 30 giugno 2023, il capitale sociale di Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA è pari ad Euro 110.396.000 ed è suddiviso in altrettante azioni senza valore nominale. L'azionariato di Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA al 30 giugno 2023, con una percentuale importante dei diritti di voto, risulta essere il seguente: 1) Evonik Industries AG, con il 8.19% dei diritti di voto; 2) Bernd Geske con il 8,24%; 3) Ballspielverein Borussia 09 e.V. Dortmund con il 4,7%; 4) SIGNAL IDUNA con il 5,98%; 5) Ralph Dommermuth Beteiligungen GmbH con il: 5.03%; 6) PUMA SE con il 5.32 7) Flottante con il 67,24%.

La Gestione Economica.

Il fatturato è un indicatore della performance finanziaria che, fornisce una chiara indicazione della forza economica della Società, soprattutto se confrontata con quella dei concorrenti o nel monitoraggio dell'andamento delle vendite a lungo termine, anche se da solo non è sufficientemente significativo.

Nell'ultimo esercizio 2022-2023, il Borussia Dortmund ha registrato ricavi delle vendite e prestazioni di servizi consolidati, al netto delle cessioni calciatori, per 418,2 milioni di Euro (€ 351,6 milioni nel 2021/22).

Il fatturato consolidato al netto delle plusvalenze, ma comprensivo degli altri ricavi operativi, è passato da 377,2 milioni di euro a 425,05 milioni di euro con un incremento di 47,8 milioni di euro, soprattutto a causa dell’incremento dei ricavi commerciali.

Sul risultato è importante anche l’aumento delle plusvalenze per € 9,64 milioni pari al 15,33%.  

I proventi da cessione calciatori sono rilevati come plusvalenza netta da cessione e risultano pari a € 72.531.000 (€ 62.891.000 nel 2021/22).

 

Il fatturato netto consolidato risulta pari a 418,24 milioni di euro (€351,64 milioni nel 2021/22), l’aumento è stato di € 41.337.000.

I ricavi da gare aumentano a 43,52 milioni di euro da € 22,65 milioni nel 2021/22, l’aumento è stato di € 20.869.000.

La causa dell’incremento è dovuta al fatto che le partite casalinghe del Borussia Dortmund al SIGNAL IDUNA PARK hanno registrato praticamente il “tutto esaurito” per tutta la stagione. 

I proventi da competizioni nazionali di coppa sono diminuiti di € 445 mila a € 2.235.000.

Rispetto al 2021/22 risulta disputata una sola partita casalinga di Coppa nazionale al SIGNAL IDUNA PARK.

Per quanto riguarda le competizioni UEFA, il Borussia Dortmund ha ospitato quattro partite casalinghe della UEFA Champions League, generando ricavi per € 8.414.000 (€ 7.480.000 nel 2021/22), con un aumento su base annua di 934.000.

I ricavi TV ammontano a 157.5070.000 Euro (€ 145,07 milioni nel 2021/22) e registrano un incremento di € 12.44 milioni.

L’importo relativo ai diritti radiotelevisivi della Bundesliga ammonta a € 79.900.000 (€ 78.503.000 nel 2021/22) e registra un incremento di Euro 1.397.000.

La stagione 2022/2023 è stata la seconda stagione coperta dai diritti media assegnati dalla Lega Calcio Tedesca (DFL Deutsche Fußball Liga GmbH), per le stagioni dal 2021/2022 al 2024/2025, che ha generato un reddito medio di 1,1 miliardi di euro (per un totale di 4,4 miliardi di euro) per i club, con una distribuzione che aumenta di stagione in stagione.

Mentre la quota del Borussia Dortmund del reddito dei diritti mediatici in lingua tedesca è aumentata nella stagione 2022/2023.

Nella stagione 2022/2023, le entrate derivanti dalle distribuzioni del marketing televisivo internazionale della DFL Deutsche Fußball Liga GmbH è diminuito.

Pertanto, complessivamente, è stato registrato un leggero aumento rispetto all'anno precedente.

Le entrate derivanti dalla commercializzazione televisiva internazionale per la partecipazione alla UEFA Champions League sono state pari a € 74.468.000 (€ 62.741.000 nel 2021/22).

L'aumento di € 11.727.000 rispetto all'anno precedente è dovuto principalmente al raggiungimento degli ottavi di finale della UEFA Champions League.

Nell'anno precedente, il Borussia Dortmund non aveva superato i gli spareggi del turno a eliminazione diretta della UEFA Europa League.

I ricavi da Sponsor e pubblicità, che sono la componente principale dei ricavi commerciali, sono aumentati dell’1,23%. Tali ricavi risultano pari a € 142.271.000 (€ 126.124.000 nel 2021/22) e incidono con una quota del 28,59% sui ricavi lordi e del 34,02% sul fatturato netto. I due sponsor principali sono Evonik Industries AG  e 1&1Telecommunication SE.

Evonik Industries AG  è anche azionista con l’8,19%; mentre, il Gruppo Signal Iduna (azionista con il 5,98%) è titolare dei diritti di denominazione dello Stadio e lo Sponsor tecnico, fornitore dell’equipaggiamento sportivo, è PUMA SE. L'accordo commerciale in essere con SIGNAL IDUNA, da ottobre 2005, è stato prorogato fino al 30 giugno 2031.

General Logistics Systems Germany GmbH & Co. OHG (GLS) e altri otto Champion Partnerse.

I ricavi da Merchandising aumentano del 4,9% a 33.359.000 Euro (€ 31.799.000 nel 2021/22). Tali ricavi rappresentano il 6,7% dei ricavi consolidati lordi.

I ricavi da Catering e altri proventi, come conferenze e indennizzi per calciatori nazionali, risultano aumentati di Euro 3.012.000 e ammontano € 18.575.000 (€ 15.563.000 nel 2021/22). L’incremento è dovuto principalmente alla revoca di tutte le restrizioni per la pandemia.

Il fatturato di BVB Event & Catering GmbH che è la società del Gruppo responsabile della fornitura di servizi di ristorazione pubblica è risultato pari a Euro 27.640.000 (€ 15.546.000 nel 2021/22).

Tale crescita è dovuta principalmente all'aumento delle entrate e al venir meno delle restrizioni.

I compensi per i giocatori della giocatori delle squadre nazionali sono aumentati, attestandosi a 5.754 migliaia di euro nel periodo in esame (anno precedente: 4.69 migliaia di euro).

I ricavi da trasferimento calciatori ammontano a Euro 99.072.000 (€ 110.201.000 nel 2021/22), registrando un decremento di € 11.129.000 e riguardano le cessioni di Erling Haaland and Manuel Akanji (Manchester City), Steffen Tigges (1. FC Cologne), Ansgar Knauff (Eintracht Frankfurt) and Bradley Fink (FC Basel) nonché i successivi proventi di trasferimento derivanti da precedenti accordi di trasferimento.

Nel 2021/22, i trasferimenti di Jadon Sancho (Manchester United), Leonardo Balerdi (Olympique Marseille), Thomas Delaney(Sevilla FC), Sergio Gómez (SD Huesca), Jeremy Toljan (U.S. Sassuolo), Chris Führich (SC Paderborn) and Tobias Raschl (Spielvereinigung Greuther Fürth), hanno generato anche successivi proventi di trasferimento come bonus e diritti sul prestito.

Gli altri proventi operativi diminuiscono di € 18.762.000 a € 6.818.000. Gli altri proventi operativi comprendono proventi di esercizi precedenti per un importo di € 3.113.000 (€ 13.492.000nel 2021/22). La diminuzione è dovuta principalmente al fatto che non sono stati ricevuti sussidi.

Se si considerassero anche gli Altri proventi di gestione, i ricavi totali consolidati risulterebbero pari a 425 milioni di euro (€ 440,1 milioni nel 2021/22); mentre il fatturato netto aumenta da € 351,6 milioni a € 418,2 milioni.

Il costo del personale del Gruppo risulta aumentato di 5,0 milioni di euro da € 231,22 milioni a € 236,22 milioni.

Nel 2022/23, le spese per il personale relative alle aree commerciali e amministrative sono diminuite di € 614.000, a € 22.797.000; mentre, le spese per il personale relative al calcio dilettantistico e giovanile sono state pari a € 14.804.000 (€ 15.256.000 nel 2021/22). In definitiva, il costo del personale complessivo risulta aumentato del 2,16%. L’incidenza del costo del personale sul fatturato netto è del 55,23%.

Il costo per l’acquisto di materiali aumenta di € 1.471.000, da € € 22.641.000 a € 24.112.000. Questa voce è costituita principalmente dal costo dei beni venduti da BVB Event & Catering GmbH per € 6.896.000 (nel 2021/22: € 4.362.000) e BVB Merchandising GmbH € 17.216.000 (nel 2021/22: 18.279.000).

Gli altri costi operativi del Gruppo sono aumentati di € 11,6 milioni da € 102.431.000 a € 114.033.000, circa 11,3%, la variazione è dovuta alle spese per le gare e al decremento delle spese per le operazioni di trasferimento.

In particolare, le spese per le gare aumentano di € 13,13 milioni, da € 40.344.000 a € 53.471.000, circa il 32,5%, la variazione è dovuta al maggior numero di partite.

Le spese di trasferimento sono diminuite di € 2,9 milioni da € 4,09 milioni a € 1,16 milioni.

Nel 2022/23, sono stati sono stati eliminati soprattutto i valori contabili dei calciatori Erling Haaland e Manuel Akanji, che sono stati. cancellati. (“this financial year, it was primarily the carrying amounts of the players Erling Haaland and Manuel Akanji that were derecognised”) (“ Wesentlichen die Buchwerte der Spieler Erling Haaland und Manuel Akanji abgegangen”).

Le spese pubblicitarie del Borussia Dortmund KGaA, che includono le commissioni di agenzia dovute alla società di marketing SPORTFIVE Germany GmbH, sono diminuite di € 1.167.000 a € 11.242.000.

Le spese di amministrazione aumentano di € 6,6 milioni da € 27,3 milioni a € 33,9 milioni. Ciò è dovuto principalmente all'aumento delle spese di viaggio e di rappresentanza anche a causa della tournée in Asia nell'inverno 2022, oltre a maggiori spese assicurative e costi energetici.

A differenza dell'anno precedente, non sono stati rilevati i costi dell'aumento di capitale.

L'utile del Gruppo prima di interessi, imposte e ammortamenti (EBITDA) ammonta a € 123,22 milioni (anno precedente € 83,82, milioni), con un aumento di € 33,39 milioni pari al 47%.

Gli ammortamenti complessivi del Gruppo sono aumentati di € 3,5 milioni di euro da € 109,84 milioni a € 106,31 milioni.

Gli ammortamenti delle immobilizzazioni materiali sono diminuiti da € 13.356.000 a € 12.953.000, di cui € 6.009.000 per i terreni e fabbricati inclusi quelli di terze parti.

Nel periodo compreso tra il 1° luglio 2022 e il 30 giugno 2023, le attività immateriali - costituite principalmente dai diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori - sono state ammortizzate per un importo di € 89,7 milioni (anno precedente: € 143,18 milioni).

Il risultato della gestione finanziaria consolidata è negativo per € 6.131.000 (-€ 4.187.000 nel 2021/22).

Il risultato consolidato prima delle imposte (EBT) è positivo e ammonta a € 10.780.000 (-€ 30.197.000 nel 2021/22).

Le imposte sul reddito ammontano a negativi € 1.230.000 (-€ 1.691.000 nel 2021/22).

Il risultato netto consolidato di Gruppo è positivo per a € 9.550.000 (-€ 31.888.000 nel 2021/22).

Player Trading.

Il reddito netto di trasferimento, che comprende i proventi lordi del trasferimento meno i costi di trasferimento, ammontava a 93,19 milioni di EUR (anno precedente:81,23 milioni di EUR).

Nel 2022/23 risultano calciatori ceduti per un importo di Euro 97,1 milioni che avevano un valore contabile pari a Euro 20,66 milioni.

Di conseguenza il Risultato della cessione dei calciatori risulta positivo per Euro 72,53 milioni.

Tale importo non riesce a coprire il costo degli ammortamenti e delle svalutazioni, determinando un risultato del Player Trading negativo per Euro 17,09 milioni.

Nel periodo compreso tra il 1 ° luglio 2022 e il 30 giugno 2023, i diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori - sono stati ammortizzati per un importo di € 89,63 milioni (anno precedente: € 96,33 milioni).

Il Punto di Pareggio.

Ai fini del Fair Play Finanziario, il bilancio 2019-20 dovrà essere valutato insieme al bilancio 2020-21, a causa della Pandemia Covid-19.

La Struttura Patrimoniale.

Il totale dell’attivo, pari a 511,8 milioni di Euro, è aumentato del 11,65% rispetto al 2021/22.

L’ attivo non corrente, comprensive della Rosa dei calciatori, incide per l’ 86,1% sull’attivo totale ed è costituito prevalentemente da immobilizzazioni immateriali per il 33,15% e da immobilizzazioni materiali per il 35,6%.

I mezzi propri contribuiscono in maniera prevalente a finanziare l’attivo per circa il 55,2%.

Le immobilizzazioni immateriali sono aumentate del 32,7%, a causa degli investimenti effettuati.

Le immobilizzazioni materiali, comprensive dello stadio, aumentano da € 172,45 milioni a € 182,25 milioni e rappresentano il 35,6% delle attività.

Sono stati effettuati investimenti per € 23.169.000, di cui € 9.285.000 per i terreni e fabbricati. Gli Immobili, impianti e macchinari si riferiscono principalmente allo stadio SIGNAL IDUNA PARK, al centro servizi BVB FanWelt, al lotto di terreno Rheinlanddamm e all'edificio amministrativo ivi situato e al lotto di terreno a Strobelallee 81. Le strutture del campo di allenamento a Dortmund-Brackel, l'Academy, le aree di ristorazione allo stadio, la sede amministrativa e le relative attrezzature operative e d'ufficio costituiscono ulteriori componenti delle immobilizzazioni materiali. Nel 2022/23, sono stati effettuati investimenti nel campo di allenamento di Dortmund-Brackel, nel SIGNAL IDUNA PARK.

Gli investimenti al SIGNAL IDUNA PARK hanno riguardato essenzialmente i maxischermi a LED sulla facciata esterna e alla costruzione di un annesso che ospiterà un centro logistico. Gli investimenti dell'annesso, attualmente ancora in costruzione, sono stati pari a € 3.266.000 nell'esercizio.

 

Le voci di immobili, impianti e macchinari rilevate nel prospetto della situazione finanziaria come leasing sono costituite da edifici e altre strutture presso il campo di allenamento di Dortmund-Brackel  e il residence. L'opzione di acquisto esistente per singoli elementi del Dortmund-Brackel è stata esercitata nell'ultimo trimestre dell'esercizio, alla data di cessazione del contratto di locazione.

Al 30 giugno 2023, i  diritti d'uso del campo di allenamento di Dortmund-Brackel pari a € 10.107.000, si riferivano a fabbricati per € 9,06 milioni e a attrezzatura operati e d’ufficio per € 1,05 milioni

I crediti commerciali comprendono crediti per trasferimento pari a € 110.972.000 (€ 89.952.000 nel 2021/22). L'aumento è dovuto in particolare ai crediti da trasferimento non ancora scaduti in relazione ai trasferimenti di Erling Haaland e Manuel Akanji al Manchester City.

I crediti commerciali con scadenza superiore a un anno ammontano a 92.959.000 (anno precedente: € 62.459.000). Si tratta principalmente di crediti per trasferimenti.

Le passività sono pari a Euro 229.130.000 (€185.277.000 nel 2021/22) e risultano aumentate di Euro 43.853.000 rispetto all'esercizio precedente. Tale incremento è dovuto principalmente ai debiti commerciali.

 

Le passività finanziarie sono aumentate da zero a € 21.632.000. Tale passività sono servite per finanziare gli investimenti in immobili, impianti e attrezzature, il Borussia Dortmund ha contratto prestiti per € 22 milioni, di cui 11,1 milioni utilizzati al 30 giugno 2023. Questi prestiti sono garantiti da immobili, impianti e macchinari.

Alla data di riferimento del bilancio, le passività finanziarie ammontano a 21.632 migliaia di euro (nel 2021/22: zero), di cui € 8.827.000 non correnti e € 12.805.000 correnti.

 

Le variazioni del totale delle passività correnti e non correnti sono le seguenti: le passività derivanti dai leasing finanziari sono diminuite di € 4,2 milioni; i debiti commerciali ammontano a Euro 132.863.000, con un incremento di Euro 23.608.000 rispetto al 2021/22.

Il patrimonio netto finanzia il 55,2 dell’attivo (anno precedente: 59,6%).

Le passività per leasing sono passate da €17.179.000 a €12.962.000. I debiti di leasing correnti e non correnti sono presentati al netto dei pagamenti già effettuati.

Gli interessi passivi sostenuti per queste voci ammontano a 538 mila euro (€ 675.000 nel 2021/22) e sono riportati tra gli oneri finanziari nel conto economico complessivo consolidato..

Le passività fiscali sono aumentate di € 1.131.000, da € 4.000 a € 1.135.000.

I risconti passivi correnti ammontano a € 23.171.000 (€ 19.921.000 nel 2021/22), e sono costituiti principalmente dai proventi della vendita degli abbonamenti 2023-24 (€ 17.800.000).

Inoltre, si registrano risconti passivi correnti in relazione ai proventi derivanti dalla locazione del SIGNAL IDUNA PARK in occasione di UEFA EURO 2024 e ai proventi della tournée negli Stati Uniti nell'estate del 2023. I risconti passivi vengono stornati proporzionalmente ai periodi ai quali si riferiscono.

L’INDICE DI INDEBITAMENTO

Il rapporto tra patrimonio netto e il totale delle passività determina l’indice di indebitamento. Tale valore deve muoversi all’intorno di 1. Nel caso in questione, l’indice di indebitamento è pari a 1,23.

Il ricorso ai mezzi propri sovrasta nettamente il ricorso al capitale di terzi.

L’INDICE DI SOLVIBILITA’ TOTALE

Il rapporto tra attività totali e debiti totali determina l’indice di solvibilità totale. Una società è solvibile quando il totale dell’attivo è superiore al totale dei suoi debiti. Quanto maggiore risulta tale indice, tanto più la società è solvibile. Nel caso in questione, l’indice di solvibilità totale è pari a 2,23 ciò vuol dire che il club è solvibile, perché possiede dei beni il cui valore è sufficiente a pagare i debiti.

L’INDICE DI SOLVIBILITA’ CORRENTE

Il rapporto tra attività correnti e passività correnti determina l’indice di solvibilità corrente. Tale indice serve a verificare se l’attivo corrente è in grado di pagare i debiti a breve. Nel caso in questione, l’indice di solvibilità corrente è pari a 0,4. ciò vuol dire che il passivo corrente, comprensivo dei risconti passivi correnti, supera l’attivo a breve.

Il Valore della Rosa.



 
Il valore contabile netto dei giocatori aumenta da € 127,06 milioni a € 168,89 milioni (costo storico € 387,07 milioni). La variazione in aumento di € 41,8 milioni è stata provocata da acquisti per € 143,08 milioni, cessioni per un valore contabile residuo di € 244 mila, riclassificazione in beni detenuti per la vendita per € 11,37 milioni e ammortamenti per € 89,63 milioni.

Tra gli acquisti più importanti per il 2022/23 figurano Sébastien Haller (Ajax Amsterdam); Karim Adeyemi (Red Bull Salisburgo); Nico Schlotterbeck (SC Friburgo); Julien Duranville (RSC Anderlecht) e Anthony Modeste (1.FC Colonia).

 

Sul fronte delle cessioni figurano le cessioni di Manuel Akanji, Erling Haaland, (Manchester City) Ansgar Knauff (Eintracht Frankfurt) e Steffen Tigges ((1. FC Koln).

 

Il Patrimonio Netto.

Il patrimonio netto aumenta da € 273.155.000 a € 282.705.000. L’incremento di € 9.550.000 è dovuto al risultato economico complessivo

Il capitale sociale sottoscritto è rimasto a livello di € 110.396.000.

L’utile  2022/23 non ha permesso di deliberare la distribuzione di un dividendo .

L’Indebitamento Finanziario.

Considerando nel calcolo della posizione finanziaria netta anche i debiti per leasing finanziario, risulta una posizione finanziaria netta negativa per € 30,09 milioni.

Al fine di finanziare gli investimenti in immobili, impianti e macchinari, il Borussia Dortmund ha contratto prestiti per € 22.000.000, di cui € 11.103.000 utilizzati al 30 giugno 2023.

Questi prestiti sono garantiti da immobili, impianti e macchinari.

Al 30.06.2023, le passività finanziarie ammontano a € 21.632.000 (anno precedente: zero), di cui € 8.827.000 (anno precedente: zero) non correnti e 12.805 migliaia di euro (anno precedente: zero) non correnti.

Le passività per Leasing finanziario ammontano a € 12,96 milioni (€17,18 milioni nel 2021/22).

Le disponibilità liquide diminuiscono da € 10,57 milioni a € 4,49 milioni.

Il rapporto Net Debt/EBITDA pari a 0,24 indica un debito sostenibile.

Borsa.

Il Borussia Dortmund è stato il primo club di calcio tedesco a quotarsi in Borsa (31/10/2000), al 2 ottbre 2020 al 04 06 2024 la capitalizzazione di borsa è di circa 409,03 milioni, considerando  un prezzo per azione di 3,735; e un numero di 110,40 milioni di azioni.


Il recente calo è dovuto alla sconfitta nella finale di UEFA Champions League.

Le azioni del Borussia Dortmund GmbH & Co. KGaA sono state nuovamente quotate nello SDAX a partire dal 25 luglio 2023, dopo che vi erano già state negoziate tra il 2014 e il 2021.

Lo SDAX è un indice di performance che comprende le 70 maggiori società dell'MDAX.

Durante il periodo dal 1° luglio 2022 al 30 giugno 2023, sul sito web è riportato quanto segue; “l’andamento delle azioni BVB è stato influenzato da notizie contrastanti, sia dentro che fuori dal campo. Ci sono stati sviluppi decisamente incoraggianti, come l’allentamento delle restrizioni COVID, con gli spettatori liberi di tornare sugli spalti senza alcuna condizione, e anche successi sportivi, come la corsa al titolo della Bundesliga più ravvicinata degli ultimi anni. Tuttavia, la lunga ombra gettata dalle difficoltà economiche globali, come la guerra in Ucraina, la crisi energetica, l’aumento dell’inflazione e i cambiamenti nella politica monetaria europea, e il campionato strappato dalle mani del club all’ultima giornata di partita, hanno impedito qualsiasi aumento più marcato del prezzo delle azioni.”

Al 04 giugno 2024 è evidenziata una Market capitalization di € 409,03 milioni don 110,40 milioni di azioni.

Rendiconto finanziario

Le disponibilità liquide al netto dei saldi bancari passivi si riducono di 6,07 milioni di Euro.

Il flusso di cassa dell’attività operativa risulta positivo per Euro 54,43 milioni. Il flusso di cassa dell’attività di investimento risulta negativo per Euro 76,75 milioni; il flusso di cassa dell’attività di investimento risulta positivo per Euro 16,25 milioni.

Nei flussi relativi agli investimenti i Pagamenti per investimenti in immobilizzazioni immateriali diminuiscono da-€126.425.000 a -€79.390.000.

Conclusioni.

La stagione sportiva 2022-23 è stata caratterizzata dall’aumento dei ricavi con un elevata incidenza dei ricavi commerciali.

Il Borussia Dortmund, nella sostanza, presenta un bilancio conforme ai regolamenti, tuttavia nonostante l’utile conseguito non ha distribuito dividendi.

Il rapporto Net Debt/EBITDA evidenzia un debito sostenibile.